La coalizione Chieco propone “una città che fa rumore”

Nuovo incontro di coalizione a supporto del candidato sindaco Pasquale Chieco. Titolo dell’incontro “Una città che fa rumore“, in cui il tema centrale è stato il rapporto che i giovani hanno con la cultura.

Protagonisti della serata, oltre alla presenza del candidato sindaco Pasquale Chieco e del moderatore Vincenzo Colaprice, Gabriella Falcicchio, Barbara Accardo e il collettivo Murgia Queer.

Il primo rumore è quello della chitarra di Walter Lanotte, accompagnatrice della voce blues di Martina Farinola. Due giovani talenti che, a detta del candidato della lista Rifondazione Ruvese, Vincenzo Colaprice, dimostrano come la musica sia il linguaggio attraverso il quale la creatività giovanile si esprime. “Le altre campagne elettorali -sottolinea il candidato al consiglio comunale- sono fatte di ingiurie; qui, invece, scegliamo di partire in allegria e spensieratezza. Vogliamo dare una concretezza ai giovani, parlando di futuro“.

La prima a prendere parola è Gabriella Falcicchio, ricercatrice dell’Università di Bari e dìreferente regionale del Movimento non violento. “Stasera voglio portare elementi che crearanno disturbo anche nella mente di chi crede di essere progressista”. Sostiene, infatti, che nei report del lavoro femminile sia assente quella vera e propria professione di essere madre, sistemare la casa, accudire anziani. Se queste azioni fossero davvero riconosciute professionalmente, il PIL aumenterebbe del 21%.

Al contrario, si dimostra che il lavoro domestico permette agli uomini di avere una lavoro e al capitalismo di riprodursi. E ovviamente tutto questo si trasforma in un peso ai fini pensionistici. Per non parlare dei farmaci testati su una maggioranza maschile piuttosto che su entrambi i generi, epoi i sedili delle auto, le sedie, persino i paracaduti costruiti su misure prettamente maschili. Perciò, in merito alla salvaguardia femminile, conclude: “Non è sufficiente riflettere sull’ennesimo femminicidio. Ciò che serve è un lavoro capillare“.

La parola successiva è affidata a Barbara Accardo, studentessa e consigliera comunale a Conversano. Racconta la sua esperienza e come, giovanissima, riesca a conciliare la piena vita universitaria con la politica. Nonostante questo  invita i giovani a fare politica e congeda il pubblico con una frase-monumento: “Difendete l’allegria e organizzate la rabbia“.

Presente anche il collettivo Murgia Queer. Il perchè della sua presenza in piazza lo spiega Colaprice: “la cultura è fatta da tante identità. Cultura è la Murgia da difendere, cultura sono le pietre del centro storico, cultura sono i giovani e sono anche le questioni che un collettivo come Murgia Queen possono sollevare“.

Erica ed Arianna, portavoci del collettivo, attraverso questo stesso, propongono “una Ruvo che sia più inclusiva, dove tutti si sentano a casa. A volte, è anche per questo motivo che scegliamo di andare via“. SI parla dell’essenzialità di creare una consulta lgbt+, cha aiuti i cittadini anche nell’educazione del diverso. “Il problema sono i giovani -di dice- ma chi ha parlato con i giovani? Se andiamo via e perché manca proprio l’ascolto, l’empatia, valori che possono esser colti solo con l’educazione. Ci auguriamo che la prossima amministrazione possa essere in grado di farlo“.

In sostanza, “è questo è il rumore che vorremmo” dice il candidato Colaprice.

Articolo di Ruvesi.it

Per leggere altre informazioni sulle amministrative 2021 a Ruvo di Puglia, clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: