Home Attualità LA BELLISSIMA LETTERA AGLI STUDENTI DEL PROFESSOR LUIGI SPARAPANO

LA BELLISSIMA LETTERA AGLI STUDENTI DEL PROFESSOR LUIGI SPARAPANO

841

È un invito alla Vita quello che il professor Luigi Sparapano, docente di Religione alla scuola secondaria Cotugno-Carducci-Giovanni XXIII, ha rivolto ai suoi studenti. È un invito ad essere se stessi, a non avere paura né del giudizio altrui, né del futuro. Bisogna essere coraggiosi, prendere in mano la propria vita: “siamo un valore assoluto” dice. Decidiamo allora di riportarla poiché leggerla vale la pena, anche se non si è studenti: è una lettera che fa del bene alla Vita di tutti, è una boa in mezzo al mare che ti permette di prendere fiato e ricominciare la nuotata più forte di prima.

“Alle studentesse e studenti di terza media
a.s. 2020/21

Care Ragazze, Cari Ragazzi, più volte, in questi tre anni, vi ho sollecitati a scrivere lettere, recentemente ai genitori e a voi stessi. Questa volta lo faccio io a voi nel desiderio di lasciarvi un ultimo segno (in-segnante, vuol dire proprio questo) dell’affetto che sento per voi, nonostante a volte abbia dovuto rimproverarvi, sembrare antipatico, mettere “brutti voti”. Gli oltre 15 mesi di lezioni a distanza non possono compromettere le relazioni che abbiamo avuto sin dalla prima media.

Nelle ultime lezioni, parlando del valore assoluto della vita, intesa nella sua interezza di corpo, anima e spirito, vi dicevo che almeno una cosa vorrei restasse segnata nella vostra mente e nel vostro cuore dopo questi tre anni di lezioni di Religione: già, avete capito: il valore assoluto della Vita. Della vostra Vita. Della tua Vita!

Non importa quale voto, quale competenza, quale giudizio tu abbia maturato in questi tre anni. Non conta la scuola che farai e la professione che intraprenderai. Quello che conta è il valore che darai a te stesso, alla tua vita e a quella degli altri.

Non farne una merce. Non ridurla a “bene di consumo”. Non barattarla con un pugno di mosche… Rendi pieno ogni istante, tieni alto il senso del dovere, affronta il sacrificio se davanti a te hai un obiettivo valido, alto, ambizioso. E se ti accorgi di aver sbagliato strada, non esitare a cambiarla, magari facendoti aiutare da chi ti vuol bene (e ce ne sono persone che ti vogliono bene!).

Accettati per come sei, non lamentarti per ciò che non sei o non hai, perderesti tempo e cadresti nello sconforto. Piuttosto metti a fuoco le tue qualità e punta su quelle, potenziandole, coltivandole, facendole crescere ogni giorno un po’ di più.

Abbi una cura particolare del tuo corpo, che sta crescendo e che ti farà riconoscere dagli altri.. Fa in modo di non contaminarlo con quanto possa danneggiarlo, né di considerarlo un oggetto di piacere, di divertimento, un manichino senza anima a disposizione di altri. Tu sei un valore assoluto sempre e comunque, ma questo valore devi custodirlo, esserne geloso, non infangarlo con comportamenti pericolosi, estremi…

Chiediti sempre quali conseguenze possono avere i tuoi comportamenti e sii coraggioso quando, intuendo il pericolo di certe abitudini comuni ai ragazzi della tua età, saprai distinguerti e non cedere, anche a costo di restare isolato.
Vedrai che qualcuno ti noterà e ti apprezzerà.

Anche nel mondo dei social, ricorda che siamo persone reali e nulla dovrai scrivere o caricare se ne va di mezzo la dignità della persona.

Abbi un occhio e una cura particolare verso chi è più fragile, solo, lasciato ai margini.

Un’ultima cosa.
Se siamo persone, differenti dagli altri esseri viventi, è perché solo noi abbiamo la capacità di guardare oltre lo sguardo, ascoltare oltre l’udito, andare oltre gli istinti, pensare ad uno spazio e a un tempo eterni. Quindi tieni aperte le porte del cuore e della mente verso l’Infinito e non lasciare che altri le chiudano. Parlare di Dio o credere in Dio non è fuori moda. “Vola solo chi osa farlo!”.

Cerca esempi positivi da imitare. Ce ne sono tanti, ti assicuro, sia vicino che lontano da te. E dopo aver spento il cellulare, la sera, prima di chiudere gli occhi, chiediti se quel valore che sei lo hai messo in luce o lo hai tenuto nascosto o lo hai sporcato. Così potrai cominciare ogni giorno con una marcia in più.

I tuoi genitori, i tuoi docenti e io tifiamo per te!

Buona Vita!

Luigi Sparapano
(P.S. Se hai bisogno sai dove trovarmi)”

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome