LA BELLEZZA ARTISTICO MUSICALE NEL RICORDO DI ANTONIO SUMMO

La musica. Al centro della scena! La festa di Santa Cecilia e il premio dedicato alla patrona della musica da consegnare nelle mani della famiglia di Antonio Summo.

Il ricordo, la vita che continua, il dolore collettivo rotto dalla bellezza comune di una città fuori dal normale per il numero di artisti che contempla.

Il tutto storicizzato da un annullo filatelico di Poste Italiane, per far sì che la realtà, dura, difficile da accettare, possa conservare un bagliore di speranza e di fiducia nel ricordo stesso.

L’associazione “Apulia’S” ha regalato alla città di Ruvo di Puglia una serata di un’intensità incredibile, un momento partecipativo attraverso il quale si sono ridotte le distanze tra vita terrena e aldilà. Si è partiti dal cuore del Maestro Pino Caldarola e dalla sua capacità di coltivare talenti e di formare l’orchestra giovanile “ApuliaMusicaInsieme”, un esempio di come si possa fare attività concreta con i ragazzi. Uno di loro era Antonio Summo, trombettista pronto per scrivere la sua storia, con la musica che ha provato a coprire i rumori stridenti delle lamiere.

Il ricordo del giovane Antonino, una delle ventitrè vittime della tragedia ferroviaria, è rivissuto in sei brani suonati dall’orchestra giovanile diretta dal Maestro Pino Caldarola. Poi la partecipazione degli ospiti d’onore che hanno suonato con i giovanissimi dell’orchestra ruvese. Dal vibrafonista Luca Lorusso con il suo “I Dream” a Livio Minafra che ha dedicato al piccolo Antonio e a Giuseppe Di Muro il brano “Dio è zingaro”, composto proprio per qualcuno che non c’è più, ma di cui si sente il “profumo”.

Alle percussioni è stato il momento di Vincenzo Mazzone, uno dei protagonisti del “Fantozzi” di Pino Minafra che ha introdotto in maniera commovente il brano stesso: “Perché a volte – ha commentato il direttore artistico del Talos Festival – la musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori, ma prima o poi bisogna fare i conti con quel silenzio. Ed è in quel momento che la musica interviene e alleva la sofferenza”.

L’eccellente esecuzione del brano ha trascinato la platea che con un grande battito di mani, dopo un minuto di silenzio, ha salutato il nostro giovane concittadino.

Il calore del pubblico ha scaldato l’animo dei famigliari di Antonio, prima che il sindaco salutasse la platea sottolineando la ricchezza che scaturisce dalla musica, una bellezza che nella serata di ieri ha avvolto i presenti storditi da un dolore collettivo straziante. Il maestro Domenico Scarongella ha raffigurato un ritratto di Antonino che sarà donato ai genitori martedì sera, e nel suo intervento ha sottolineato come anche l’arte abbia una forte connotazione comunicativa che può dar man forte all’immaginazione. La preside dell’Itis di Andria ha ribadito il suo dolore per la perdita di due studenti dell’istituto andriese, Antonio Summo e Francesco Tedone, ribadendo con forza che la scuola può allevare talenti e tenere vivo il ricordo!

La conclusione è spettata alla mente e al cuore dell’iniziativa, al maestro Pino Caldarola che nel ringraziare i partner e quanti hanno contribuito alla realizzazione della manifestazione ha dato appuntamento a martedì sera momento nel quale, presso la chiesa Santa Famiglia, sarà il vescovo S.E. Mons. Cornacchia a donare il premio nella mani dei genitori di Antonio Summo.

Seguirà il concerto alle ore 18,00 la Santa Messa sarà celebrata dal vescovo della nostra diocesi, mentre alle 20,00 proseguirà l’esibizione del Gran Concerto Bandistico Lirico Sinfonico “APULIA – Città di Ruvo di Puglia”, diretto dal M° Pino Caldarola con la partecipazione delle soprano Vita Clara Piccininno e Stella Roselli, del tenore Giovanni Mazzone e del baritono Terenzio Russo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: