IL TENACE ANGELO VISICCHIO CONCLUDE LE MAJORS DI ATLETICA LEGGERA

Sua maestà la Regina Atletica Leggera! Non è fatta solo dalle imprese leggendarie di Jacobs o Tamberi, ma la sua storia è composta anche da amatori che rendono ancor più afffascinante questa antica disciplina. Correre in un periodo di pandemia ci ha aiutati a perseguire un obiettivo, a proiettare la mente in un posto più sicuro.

Più forte del Covid è stata la tenacia di Angelo Visicchio, ruvese 45enne, ma stabilmente a Milano per lavoro, che ha concluso le Majors di Atletica Leggera, ovvero ha percorso le sei principali maratone nelle metropoli più importanti al mondo: New York, Berlino, Londra, Chicago, Tokyo, Boston.

Un’avventura cominciata nel 2016 quando, quasi per gioco, con un amico decide di affrontare la prima maratona a New York. Una passione che impone preparazione certosina del corpo, dal punto di vista fisico e mentale. Farsi travolgere dall’entusiasmo della gente, andare del proprio passo spediti verso la meta. Poi l’anno successivo è stata la volta di Berlino, mentre nel 2018 riesce a correre le maratone di Londra e Chicago. Tokyo nel 2019 fa pregustare l’obiettivo finale che, però, deve essere rimandato di ben tre anni, nel 2022, quasi fuori dalla pandemia a Boston: “Ho atteso l’ultima maratona – racconta Angelo Visicchio – con grande dedizione. Era quasi diventata una sfida con me stesso perché era continuamente rinviata per la pandemia, ma io avevo la volontà di concludere le majors. Durante i vari lockdown ho intensificato gli allenamenti per arrivare pronto e preparato a questo appuntamento. Durante la gara me la sono goduta, con il pubblico che lungo il percorso ci spronava e con un panorama meraviglioso”.

Laureato in scienze statistiche ed economiche è impiegato presso la Fercam, responsabile dei traffici di carichi completi tra Italia, Germania e Inghilterra e nel dopo lavoro la corsa su strada è il suo hobby preferito: “Non è da tutti completare le majors perché serve costanza nella preparazione e anche dei bei soldini, tra iscrizione alle maratone, pernotamenti e spese varie. Ma il fascino del correre in queste città meravigliose è un qualcosa che porterò con grande soddisfazione sempre con me”, spiega Angelo Visicchio.

Da Tokyo a Boston in tre anni il mondo che cambia e la paura di non poter disputare la maratona in caso di positività: “Quando sono arrivato a Boston ho cercato di limitare i rischi perchè sarebbe stata una beffa troppo grande e per fortuna è andato tutto bene”.

Non solo i chilometri macinati su strada, anche la simulazione effettuata nella propria abitazione scaricando l’app degli organizzatori. Poi è stata la volta del viaggio in aereo, della consegna del pettorale e della maratona più bella da lui disputata: “Ricorderò – dice Angelo – ciascuna maratona per un particolare. Ognuno differente da sé e che rispecchia tantissimo le città stesse sia nel percorso che nel pubblico che ti affianca a bordo strada. Quella di Tokyo è stata speciale perché disputata sotto l’acqua per circa 30 km, quella di Boston perché il traguardo sembrava irraggiungibile”.

Da casa, mamma e papà a seguire il suo spostamento lungo il percorso: “Hanno sofferto con me. Ci tenevano tantissimo affinchè io completassi questo percorso e mi hanno raccontato dell’ansia che hanno avuto fino a quando non li ho chiamati telefonicamente raggiante per il traguardo raggiunto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: