Home Attualità IL PONTE SULLA SP231 SARA’ ABBATTUTO E RICOSTRUITO. L’INTERVENTO DELLA SEN. PIARULLI

IL PONTE SULLA SP231 SARA’ ABBATTUTO E RICOSTRUITO. L’INTERVENTO DELLA SEN. PIARULLI

1640

All’epoca dei fatti che videro il crollo del Ponte Morandi  e il riscontro delle irresponsabilità del gestore del tratto autostradale a cui questo era stato affidato, il Ministro Toninelli attivò immediatamente tutte le misure per il monitoraggio delle infrastrutture presenti sul territorio dello Stato, servendosi anche dell’UPI (Unione delle Province Italiane).
Dal Bilancio dello Stato ricavò le risorse finanziarie per un Piano nazionale di sicurezza.
Noi abbiamo a Ruvo delle criticità in tal senso, su un cavalcavia in particolar modo:  il ponte di scavalco della strada comunale Pantanella. Un ponte più volte attenzionato, ma poi lasciato a marcire sempre più. Tanto è vero che, da qualche anno, anche una seconda corsia della SP231 è stata interdetta alla circolazione.
Il 23 agosto del 2018 insieme ad alcuni tecnici volontari e alla Senatrice Bruna Angela Piarulli del M5S accediamo al sito, fotografiamo le travi, i tecnici, dopo aver riscontrato e rilevato le effettive criticità, preparano una relazione tecnica di massima e, a firma della Parlamentare, il tutto viene sottoposto alla Città Metropolitana. Da quel giorno tanta è stata la corrispondenza tra le parti.
A Luglio scorso, con nota del Consigliere delegato alla viabilità urbana della Città Metropolitana, Michele Laporta, apprendiamo che ben € 2.400.000.00 sono stati stanziati dall’Ente per il progetto di ripristino dell’idoneità strutturale del nostro ponte.
Oggi il primo incontro col Dirigente, Ing. Maurizio Montalto. Insieme al suo staff ci hanno prospettato come proseguiranno i lavori. Il ponte sarà abbattuto e ricostruito ex novo, senza però condizionare pesantemente la viabilità perché si interverrà a step per evitare che sia interdetta completamente la circolazione. La nuova normativa impone inoltre di non avere più le due pile che sorreggono la campata con fondazioni indipendenti, ma collegate con uno zatterone unico. Questo comporterà dei  lavori extra per l’AQP che dovrà interrare ancora più in profondità le condotte di acqua e fogna che ci passano sotto. In primavera certamente inizieranno i lavori per concludersi in estate.
Il primo solco è stato tracciato.
“Personalmente – dichiara Vito Di Vittorio – e a nome dei miei concittadini, esprimo tutta la mia gratitudine alla Portavoce al Senato Bruna Angela Piarulli per l’interesse e il lavoro fin qui svolto a tutela del Bene Comune”.


Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome