Home Attualità Il Dott. Sebastiano Marinelli è il nuovo Presidente della Cantina Crifo

Il Dott. Sebastiano Marinelli è il nuovo Presidente della Cantina Crifo

4495
    Abbiamo incontrato il Presidente della Cantina Cooperativa della Riforma Fondiaria, Dott. Sebastiano Marinelli e il Presidente uscente, il Consigliere d’Amministrazione Roberto Rutigliani.

Presidente Marinelli, si fa un gran parlare, in questi giorni, della Cantina e di sue presunte difficoltà economiche, vuole chiarirci la situazione?
“Sono molto contento che Lei mi abbia fatto questa domanda, perché mi viene data l’opportunità di chiarire, una volta per tutte, la situazione e parlare dei nostri programmi e delle nostre strategie. Per prima cosa, desidero sgombrare il campo da ogni possibile malinteso in merito al recente avvicendamento e, per fare questo, ho chiesto a Roberto Rutigliani di condividere questo momento. La realtà è che, dopo un lungo periodo glorioso, caratterizzato da una Presidenza che si è protratta per decenni, il nuovo CDA , riconfermato all’unanimità per i prossimi tre anni dalla Assemblea dei Soci, ha deciso di “aprirsi” ad un avvicendamento, favorendo il passaggio del testimone in modo da alleggerire Roberto Rutigliani, la cui Presidenza si è estrinsecata in uno dei momenti più delicati e controversi della nostra lunga storia, consentendogli di tornare a dedicare tempo alla sua azienda e, non ultimo, ai suoi affetti. Non dimentichiamo, infatti, che la carica di Presidente di una azienda come la nostra, comporta numerosi adempimenti e porta via tempo ed energie, quindi un avvicendamento è nell’ordine delle cose”.
Consigliere Rutigliani riguardo al momento che l’azienda vive, vuol dirci qualche cosa di più?
“Con piacere; iniziamo dal fatto che, circa due anni fa, i Soci hanno eletto un nuovo CDA: a questo CDA è stato chiesto di migliorare le liquidazioni dei conferimenti in quanto essi ritenevano che il mercato offrisse condizioni migliori.
Dopo poco più di un anno di rodaggio, ci siamo resi conto che per soddisfare le giuste esigenze dei Soci si imponeva un profondo cambio di strategia: negli ultimi anni, infatti, complice la crisi, le precedenti gestioni commerciali avevano puntato troppo su tipologie poco remunerative (Brik, Pet) “trascurando” le bottiglie, formato che, notoriamente, permette di conseguire migliori marginalità.
Inoltre, la compagine aziendale non era più in linea con le possibilità offerte dalle moderne tecnologie, per cui si imponeva una seria e profonda revisione della forza lavoro. Abbiamo quindi deciso di inserire in organico la figura del Direttore Generale, che prima non esisteva.
Una volta reperita la persona, il Dr. Riccardo Ravasio, gli abbiamo chiesto di elaborare un piano marketing ed un piano industriale, con orizzonte 2018, per dare corpo alle ambizioni dei Soci. Il Dr. Ravasio ha elaborato e proposto i due piani, entrambi approvati all’unanimità dal CDA e , proprio in questi giorni, stiamo implementando le varie attività previste”.
Presidente Marinelli: quali sono le nuove attività a cui fa riferimento il Consigliere Rutigliani?
“La nuova marca “Crifo” che fregia le bottiglie sta uscendo sul mercato in queste settimane e sta già raccogliendo numerosi consensi, in particolare il nero di troia ed il rosato da bombino nero, per non parlare del moscato, in uscita nella nuova bottiglia da 500 cl.
Con un packaging accattivante e una rinnovata qualità, ottenuta grazie alla bontà delle uve conferite dai nostri Soci, alla abilità delle nostre maestranze e dell’enologo Massimo Tripaldi, altra novità “portata in casa” recentemente, siamo sicuri che queste nuove linee di prodotti conquisteranno i consumatori, sia nelle nostre terre che in Italia e, confidiamo, all’estero.
Anche perché, come tradizione della nostra azienda, qualità sì, ma con un occhio alla convenienza….
Quanto alle attività di carattere più organizzativo e finanziario, abbiamo negoziato con i sindacati una rimodulazione della forza lavoro, che coinvolgerà 8/10 unità ed abbiamo rivisto con i principali istituti di credito portata e durata dell’indebitamento”.
Presidente Marinelli, possiamo quindi dire che “Il malato è guarito”…..?
“Non voglio generare facili ottimismi, la situazione resta delicata e richiede grande impegno: diciamo che abbiamo individuato la cura e ci siamo messi nelle mani di un buon medico….parlerei più di convalescenza, ma stiamo lavorando sodo e sono sicuro che la guarigione definitiva è dietro l’angolo!”.

1 COMMENTO

  1. Da ruvese, da molti anni lontano fisicamente, col cuore sempre vicino al mio paese, desidero
    che la CANTINA CRIFO, rinasca e sia orgoglio di tutti quelli come me.
    Auguroni e FORZA RUVO.
    Salvatore

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome