Home Sport I volti dello sport ruvese del 2019

I volti dello sport ruvese del 2019

717

I volti dello sport ruvese del 2019 saranno celebrati in maniera esaustiva nella serata odierna del “Gran Galà dello Sport”, alle ore 19.00 presso l’Hotel Pineta.


Ecco un estratto dei successi del 2019.

Il 2019, senza dubbio, è stato l’anno che si è tinto magicamente tutto di bianco e azzurro.

L’anno del Paradiso Cestistico toccato dalla TecnoSwitch Talos Basket Ruvo, al termine di una stagione memorabile fatta di alti e bassi, di emozioni, di sorrisi e di gioie.

E’ stato l’anno dell’amore ritrovato per uno sport incredibilmente bello e affascinante, capace di far innamorare milioni di persone.

E’ stato l’anno che ha unito una città intera grazie al grande e unico potere dello sport.

E’ stato l’anno dei “ritorni” e del “Made in Ruvo” con coach Dimitri Patella in panca, Capitan Giuseppe Ippedico e Alberto Di Salvia in campo e con il rientro in canotta biancoazzurra di Giuseppe De Leo, ufficializzato il 16 gennaio. Un magico ritorno al passato, forse vissuto in ritardo, ma che ha unito centinaia di tifosi all’interno di un vero e proprio “tempio cestistico”.

Un’avventura entusiasmante conclusa nel migliore dei modi alle 23:00 del 23 maggio 2019 con il taglio della retina da parte di Alberto Di Salvia e con la premiazione della Presidente FIP Puglia Margaret Gonnella a Capitan Giuseppe Ippedico.

E’ stato l’anno dell’apoteosi biancoazzurra stravolta incredibilmente dalla chiusura del Palazzetto di via Colombo per lavori di adeguamento comunicata attraverso un comunicato il 6 giugno 2019.

Un “Tempio Cestistico” che dall’essere il protagonista di una storia leggendaria, si è visto improvvisamente svuotarsi di calore, sport, amore e passione. Decisione che ha condizionato il prosieguo e l’avvio dell’avventura, tanto sognata, in serie B della TecnoSwitch Talos Basket Ruvo, costretta a migrare al PalaPoli di Molfetta e a dover fare a meno del proprio pubblico, cuore palpitante di una città che ama lo sport.

Un affascinante ritorno nel basket che conta, sigillato dal ritorno in biancoazzurro di Simone Bonfiglio, ufficializzato lo scorso 7 luglio e noto a tutti come “l’uomo volante”, per la stagione sportina 2019/20 cominciata il 28 settembre.

Per la Talos Basket Ruvo è stato anche l’anno del primo derby vinto al PalaLosito di Corato, in una notte magica di ricordi, il 27 ottobre.

E’ stato un anno che resterà alla storia anche grazie al libro e allo storytelling del Direttore Paolo M. Pinto dal nome “Esiste Paradiso Cestistico”, quasi a rendere immortale un’impresa incantevole.

Dalla palla a spicchi al campetto da calcio: il 2019 resterà senza dubbio indelebile nelle menti e nei cuori dei giocatori e tifosi della Be Board, a un passo dal sogno Coppa Italia interrotto ai calci di rigore dal Città di Massa.

E’ stato l’anno di Ruvo di Puglia sul gradino più alto del podio anche grazie al “ruvese con la valigia in mano” Nicola Di Bitonto, portiere dell’Aposa che ha conquistato la promozione in serie B.

L’anno delle “promozioni” dal punto di vista sportivo, che ha visto anche la U.S. Ruvese promossa in Seconda Categoria sul campo del Canusium.

Un anno ricco di talenti tutti ruvesi, capitanati da Mister Fabio Di Domenico approdato il 25 maggio scorso sulla panchina dell’USD Corato e da Mister Bellarte, il “filosofo” di Ruvo di Puglia, giunto sul tetto più alto del mondo con la sua Salinis femminile, premiata come Campione d’Italia.

Ruvo di Puglia dovrebbe avere un piccolo museo dello sport dove ammirare le imprese dei tanti piccoli e grandi sportivi rubastini. Tra questi, senza dubbio, ci sarebbe il “Cannibale” Luca Mazzone, ormai colmo di medaglie, coppe e primi posti: è stato anche il suo anno prima con il primato di “Campione d’Italia a cronometro” il 23 giugno, poi con l’argento alla terza tappa di Coppa del Mondo il 9 agosto in Canada e con la vittoria ai Mondiali di Paraciclismo e concluso con la premiazione dei Collari d’oro della Coni.

E’ stato anche l’anno di Piero Sorice e Porzia De Nicolo, premiati Campioni d’Italia agli assoluti FIDS, di Francesco Gargano vincitore della corsa “Matti per la maratona” e di Francesco Lorusso protagonista della Maratona di New York.

L’anno delle prime volte anche per l’ASD Byre Ruvo, la nuova realtà sportiva nata per disputare il campionato di C2 di calcio a5.

E’ stato l’anno che ognuno di noi conserverà piacevolmente nel proprio cassetto dei ricordi, insieme alle coppe, alle medaglie e alle soddisfazioni.

Fiore Salvatore: due medaglie d’oro nell’ Open Internazionale d’Italia 2019 specialità Fighting System e specialità Ne Waza; Campione Italiano 2019 specialità Fighting System e Campione Italiano 2019 specialità Ne Waza; Campione Italiano FIJLKAM 2019, vincitore Bari Challenge 2019 specialità Brazialian Jiu Jitsu e specialità No Gi.

Giordano Simone: medaglia d’oro nell’ Open Internazionale d’Italia 2019 specialità Fighting System; vincitore trofeo Campania 2019, vincitore trofeo dei due Mari; vincitore trofeo Fiera Pessima 2019

Spinelli Gianvito: Campione Italiano 2019 Ne Waza e Campione Italiano 2019 Fighting System; medaglia d’argento Open Internazionale d’Italia 2019.

Si sono disputati a Fidenza i campionati Italiani CSEN 2019 di Karate dove hanno partecipato gli atleti ruvesi della Palestra Centro Sport del maestro Giuseppe Di Domenico. Ottimi i risultati ottenuti dai ragazzi della Palestra ruvese Gabriele Giacoia 1 classificato, Iurilli Davide 2 classificato, Emanuele Edmondo 2 classificato,Adamo D’Abramo2 classificato, Edmondo Cleto 3classificato, Pasquale Riflesso 5 classificato, Alessandra Pagano 7 classificata nelle loro rispettive categorie. Gli atleti sono stati seguiti sul tatami da  Mirko Cantatore.

Edmondo Cleto 3 class. Campionati italiani under 21;

Iurilli Davide 5 class. Campionati italiani assoluto;

D’Abramo Adamo 5 class. Campionati italiani juniores.

Come rappresentante dell’associazione ci sarà il sig. D’Abramo Mario.

Va un riconoscimento all’arciere Massimiliano Di Gioia, con 5 medaglie Arco nudo a Pagano Nicola con la partecipazione a 7 gare interregionali, alla donna straordinaria Balan Ana Nina (La Nina) con 3 medaglie Indoor 18 m.e conquistando il titolo di Campionessa Regionale, Mariella Milani con la partecipazione a 15 gare Indoor 18 Mt ed ancora 7 gare 3D con la partecipazione al Campionato Italiano 3D tiro di campagna Lago Laceno (AV) ed ancora 6 gare 12+12.

Master femminile arco nudo, Mariella Milani è oro.

Successi anche per  Silvio Antonio Anselmi & Eleonora Riccardi. Rientrano nelle prime top 24 coppie al mondo nel prestigioso teatro Royal Albert Hall al centro di Londra.

 

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome