Home Cultura “I MUSEI RACCONTANO LA PUGLIA”, TORNANO I LABORATORI RINVIATI PER IL...

“I MUSEI RACCONTANO LA PUGLIA”, TORNANO I LABORATORI RINVIATI PER IL LOCKDOWN

246

Partono i laboratori di “I MUSEI RACCONTANO LA PUGLIA”, il progetto regionale giunto alla sua seconda edizione che vede Ruvo di Puglia capofila di uno dei cinque hub culturali museali pugliesi, quello che comprende anche Molfetta e Altamura.


Dopo la sospensione forzata dovuta all’emergenza dell’epidemia Sars-Covid, finalmente prendono avvio le attività di formazione e apprendimento e i laboratori ludico-ricreativi dedicati all’infanzia e all’adolescenza.

Si parte lunedì 7 settembre con un grande evento di fine estate, realizzato dall’Associazione Bembè – Scuola delle arti musicali e performative, dal titolo VIAVAI, un progetto di recupero e rilancio della memoria collettiva cittadina attraverso i linguaggi del teatro e della musica.

L’evento prevede 3 laboratori (Laboratorio di costruzione scenografica e musicale, Laboratorio di teatro e animazione di oggetti, Laboratorio musicale) ognuno dei quali sarà riservato a 10 ragazzi dai 6 ai 13 anni, per la preparazione di un grande evento finale collettivo aperto alla cittadinanza che si svolgerà in piazza Menotti Garibaldi nella serata del 17 settembre.

I laboratori si svolgeranno nei giorni 7-8 e 9 settembre e 14-15 e 16 settembre dalle 16,30 alle 19,30 sempre presso piazza Menotti Garibaldi. Per iscriversi ai laboratori è necessaria PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA (da parte di uno dei genitori del minore) presso il Museo del libro di palazzo Caputi.

Tutte le attività seguiranno le prescrizioni di sicurezza per la prevenzione del contagio, ovvero l’uso di mascherine individuali, la disinfezione delle mani e il distanziamento interpersonale.

Settembre vede anche l’avvio di tutte le attività didattiche promosse dal progetto I MUSEI RACCONTANO LA PUGLIA dedicate alle classi delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado della città.

I laboratori offerti per l’anno scolastico 2020-2021 sono i seguenti:

  • Fantasia! Bruno Munari e l’arte della creatività (target età 3-13 anni)
  • Ti racconto una favola. Miti e leggende dall’antichità ai giorni nostri (target età 6-13 anni)
  • Cartoon lab (target età 3-10 anni)
  • I giocattoli nel mondo antico (target età 6-10 anni)
  • I miti a fumetti (target età 6-13 anni)
  • La storia di un vaso (target età 6-10 anni)
  • Il romanico a piccoli passi. La mia cattedrale pop up (target età 6-13 anni).

A concludere la rassegna, in autunno, un intero fine settimana sarà dedicato alla giornata F@Mu 2020, con Palazzo Caputi che aprirà le porte del Museo del Libro alle famiglie, proponendo laboratori in cui saranno coinvolti anche genitori, nonni e nonne, con attività ludico-didattiche che si svolgeranno in una non stop che inizierà il sabato mattina con i gruppi classe e continuerà con i gruppi famiglia fino a tutta la mattina della domenica, compresa una notte bianca della lettura che coinvolgerà solo i bambini e le bambine senza partecipazione di adulti, che torneranno poi nel Museo la mattina della domenica.

“Scuola vuol dire tante cose – ha detto l’assessora alla Cultura con delega all’Istruzione Monica Filograno.

Strutture sicure e moderne sicuramente, ma anche contenuti  formativi e culturali di qualità per potenziare le offerte curriculari.

La collaborazione della nostra Amministrazione con le scuole non si limita dunque alla manutenzione e agli interventi di adeguamento anticovid degli immobili scolastici cittadini, ma riguarda anche il piano importantissimo dei contenuti, della educazione e della formazione.

Anche nell’anno scolastico che si apre in questi giorni crediamo sia fondamentale offrire alle scuole possibilità formative originali e organizzare percorsi culturali diversificati anche al di fuori dalle aule, nei luoghi vivi della città, come la nostra biblioteca comunale, in grado di arricchire i percorsi educativi curriculari.

Il progetto regionale “I Musei Raccontano la Puglia” si è rivelato in questi anni un’opportunità straordinaria ed estremamente efficace in questo senso, consentendoci di realizzare una serie di laboratori completamente gratuiti sempre premiati da grande successo.

Sappiamo che le scuole sono pronte a partecipare, i progetti sono molto validi, siamo certi che andrà benissimo anche quest’anno.”

 

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome