Home Sport I DIARI DELLO SPORT: UN PEZZO DI STORIA BIANCO-AZZURRA

I DIARI DELLO SPORT: UN PEZZO DI STORIA BIANCO-AZZURRA

435

I derby, lo sappiamo, sono sempre speciali. Ma quello di sabato 8 febbraio 2019 è, forse, quello dal peso storico più rilevante per i colori bianco azzurri.


Battere due volte Corato è un evento da cerchiare in rosso sul calendario: non era mai accaduto nella storia della Talos Basket Ruvo. Un piccolo pezzo di storia si è materializzato davanti ai nostri occhi nella stagione 2019-20, quella del ritorno in Serie B, quella in cui Ruvo è tornata sulla mappa del basket che conta.

Prima la vittoria al PalaLosito poi l’imposizione tra le mura del PalaPoli, che non avrà avuto la forza trascinante del PalaColombo ma è stato una casa accogliente in cui disputare una sfida storica. Un due su due che assume risvolti ancor più importanti se si osserva l’andamento delle gare.

Ruvo ha vinto due gare sporche, fisiche e spezzettate, giocate su binari lontani da quelli preferiti dell’organico di coach Patella. La Tecnoswitch si è mostrata matura, compiendo passi avanti fondamentali anche e soprattutto per lo svolgimento della stagione. La compagine ruvese ha saputo accettare due gare in cui la concentrazione e la continuità sono stati elementi fondamentali e ha vinto la sfida.

La storia, dunque, è stata scritta nel modo più funzionale possibile: inserendo due vittorie pesantissime all’interno di un percorso di crescita collettiva.

Ruvo ha vinto 5 delle ultime 6 gare, vede avvicinarsi la salvezza e può cominciare a sognare davvero un posto playoff. Non esiste un modo migliore di godersi un momento storico, se non quello di contestualizzarlo in un presente florido. Ed è ciò che questa squadra ha fatto.

Adesso Ruvo sogna un ulteriore passo avanti, una presa di consapevolezza d’obbligo per una squadra che, senza mezzi termini, ha scritto la storia: la Tecnoswitch deve continuare  ad aver fame, la stessa mostrata nei derby, la stessa che talvolta è sembrata venir meno dopo qualche difficoltà,  soprattutto in trasferta.

Lo step ulteriore da compiere è questo: nessuna mira irraggiungibile, solo una sana voglia di continuare a migliorare e ad esplorare le potenzialità di una squadra che, a ben vedere, ha davvero tutto per non fermarsi.

Questo 2019-20 è già storico a modo suo, il presente è roseo e il futuro tende una mano ai bianco azzurri.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome