Home Attualità ANCORA SETTIMANA SANTA: I DATI REGISTRATI NEL CORSO DELLE DIRETTE STREAMING

ANCORA SETTIMANA SANTA: I DATI REGISTRATI NEL CORSO DELLE DIRETTE STREAMING

991

È’ un dato esaltante quello registrato da ruvesi.it nel corso delle dirette streaming.

In occasione di tutti gli eventi della Settimana Santa a Ruvo di Puglia, fede, riflessione e, per molti utenti, voglia di ricordare le tradizioni del proprio Paese sono stati i fattori principali che hanno spinto a collegarsi al nostro canale.

Un totale di 16.000 visitatori ha seguito: sabato 28 marzo, l’avvio del Corteo Processionale di “Maria S.S. Desolata”; “Passio et Resurrectio” del 30 marzo 2015 a cura della Corale Polifonica “Michele Cantatore”; “Il Pianto della Madonna” a cura del Centro Studi Cultura et Memoria regia di Michele Pellicani; l’avvio del Corte Processionale degli “OTTO SANTI”; l’avvio del Corte Processionale de “I MISTERI”; l’avvio del Corteo Processionale della “Pietà” e il passaggio di Gesù Risorto da Piazza Matteotti e lo scoppio successivo della Quarantana, una produzione Double P Communication.

Vari gli utenti che ci hanno scritto o si sono collegati da più regioni d’Italia e dalle città straniere quali Strasburgo, Parigi, Jinhua Shenzhen, Londra, Barcellona, Valencia, Madrid, New York, New Jersey, Virginia.

Ben 62 gli Stati che si sono collegati al nostro portale negli orari delle dirette: visite tra gli altri dalla Francia, Stati Uniti, Germania, Svizzera, ma anche Indonesia, Afghanistan, Trinidad&Tobago, Oman, Indonesia, Irlanda, Lebanon, Lussemburgo, Danimarca.

“Siamo enormemente soddisfatti – afferma il direttore della testata Paolo Pinto – del dato raggiunto. Per il quarto anno di fila siamo riusciti ad accontentare coloro che hanno a cuore la città di Ruvo di Puglia. Il nostro impegno sarà maggiore nei prossimi giorni dove completeremo il nostro palinsesto. Devo ringraziare personalmente tutta la squadra di ruvesi.it che con grande impegno hanno fatto in modo di essere impeccabili per tutta la settimana”.

Un ringraziamento particolare va al Comune di Ruvo di Puglia Assessorato Cultura e Turismo che ha contribuito a rendere tutto ciò possibile.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome