Home Formazione Gli studenti del Tannoia a scuola di “europrogettazione”

Gli studenti del Tannoia a scuola di “europrogettazione”

Educare alla cittadinanza europea rendendo gli studenti protagonisti di un processo di ricerca-azione. L’ITET Tannoia di Corato e Ruvo di Puglia è tra gli 8 istituti che hanno aderito ad un innovativo progetto, dal titolo “Alla scoperta della Carta fondamentale dei diritti dell’Unione Europea”. Il percorso è rivolto alle classi quarte delle scuole secondarie di secondo grado e vanta un partenariato con lo sportello informativo dell’UE, l’Europe Direct Puglia, gestito dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari. In rete con altre otto scuole, gli studenti del Tannoia stanno perciò sviluppando un percorso che, attraverso la strategia del webquest, punta ad esaminare la Carta sotto il profilo generale, storico, giuridico, linguistico. A guidare i giovani cittadini europei in questo avvincente lavoro di ricerca-azione, coordinato dalle professoresse Annamaria Piarulli e Giacoma Stasi, è la dottoressa Micaela Lastilla, che cura eventi di informazione sulle politiche dell’Unione europea e attività di europrogettazione per lo Europe Direct Puglia. Proprio allo scopo di monitorare i risultati parziali del progetto, la dottoressa Lastilla, lo scorso 6 febbraio, ha incontrato gli studenti del Tannoia. Un’occasione per tracciare un excursus sulla storia dell’Unione Europea, dalla CECA passando per il Manifesto di Ventotene, fino alla Brexit, con un focus sulla Carta dei diritti, “documento”, ha sottolineato Lastilla, “giuridicamente non vincolante ma fondamentale nel cammino dei diritti. In questo importante testo si sono aggiunti diritti di nuova generazione: dalla privacy, all’ambiente, dalla tutela della disabilità ai diritti degli anziani”. A marzo le classi che hanno aderito all’iniziativa presenteranno i loro prodotti creativi, legati ad uno specifico titolo della Carta. Gli studenti del Tannoia dovranno occuparsi di “solidarietà”, argomento di stringente attualità, accolto con interesse e curiosità dai discenti.

 

LEAVE A REPLY

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome