Home Attualità "GLI ELETTI" – ORAZIO SAULLE: "IL RITORNO IN CONSIGLIO COMUNALE MI RIEMPIE...

"GLI ELETTI" – ORAZIO SAULLE: "IL RITORNO IN CONSIGLIO COMUNALE MI RIEMPIE DI ORGOGLIO"

2805

I risultati del primo turno delle elezioni amministrative hanno decretato la ripartizione dei seggi in Consiglio Comunale, in caso di vittoria di Pasquale Chieco o di Antonello Paparella. Il perdente tra i due, Michele Scardigno, Irene Turturo, Lia Caldarola, Rino Basile, Giovanni Mazzone, Orazio Saulle, Piero Paparella, Damiano Binetti e Mariatiziana Rutigliani sono i consiglieri comunali già eletti. Gli altri sei banchi saranno occupati al termine dell’esito elettorale del ballottaggio di domenica 19 giugno. Li abbiamo intervistati per gli utenti di ruvesi.it!

Orazio Saulle torna tra i banchi dell’aula “Sandro Pertini”, dopo ben dieci anni. 183 voti sono bastati all’imprenditore ruvese per far parte del prossimo Consiglio Comunale.

“Prima di tutto vorrei ringraziare – afferma Orazio Saulle – tutti gli amici e i ruvesi che con il loro voto e la loro stima mi hanno consentito di essere il primo eletto nella lista di Forza Italia, e raggiungere un risultato impensabile alla vigilia di questa tornata elettorale, considerato che il mio ingresso come candidato non era programmato ed è avvenuto alcuni giorni prima della presentazione delle liste e quindi avendo a disposizione un ridottissimo tempo per propormi ed esplicitare le mie idee. Vorrei inoltre ringraziare tutti gli amici candidati di Forza Italia, a cominciare da Franco Catalano e Giuseppe Caputi, che, in caso di vittoria di Antonello Paparella, sedieranno con me in Consiglio Comunale, per finire a tutti gli altri candidati, che con il loro contributo hanno consentito a Forza Italia di essere il terzo partito della nostra città, risultato ampiamente soddisfacente in queste dure consultazioni, considerato l’alto numero di candidati e di liste a tutti i livelli ed anche il trend negativo a livello nazionale del partito stesso. Da tutte queste persone, dalle loro capacità e dal loro impegno deve ripartire la proposta politica di Forza Italia ed anche un graduale rinnovamento della classe politica locale, nessuno escluso”.

 Tornare dieci anni tra i banchi dell’aula “Sandro Pertini” che sapore ha?

“Dopo dieci anni torno a sedere sui banchi del Consiglio Comunale di Palazzo Avitaia per la terza volta, è un ritorno che mi riempie di onore ed orgoglio, pieno di ampie aspettative perché credo che a 54 anni si raggiunga una maturità, sia dal punto di vista professionale e politico, che dal punto di vista umano, tale da poter mettere a disposizione della città il proprio bagaglio di esperienza acquisita in tanti anni di impegno sia politico che imprenditoriale, in maniera da poter essere sempre e comunque propositivo solo ed esclusivamente per il miglioramento sociale della nostra città. Naturalmente cambieranno le condizioni nel caso dovessi essere consigliere di maggioranza o di opposizione, ma sicuramente il mio impegno sarà sempre quello di una persona propositiva senza preclusioni di sorta verso alcuno, cercando di dare il massimo in ogni circostanza nella speranza che il mio piccolo contributo insieme a quello di tutti i futuri amministratori possa dare una svolta importante ad una città che ha assolutamente bisogno di rilancio”.

Perchè votare per Antonello Paparella domenica 19 giugno?

“Premesso che tutte le personalità impegnate in questa campagna elettorale, a cominciare dai due candidati Sindaco, sono persone degne del massimo rispetto e stima, bisogna dire che domenica prossima si gioca una partita importantissima sul modo e sulle idee con cui amministrare la città. Due proposte molto distanti tra loro per cui necessita una scelta forte e decisa. Da una parte si preannuncia una continuità con le precedenti amministrazioni, con l’aggravante che, da quello che sembra, sarà gestite da persone che sanno molto poco di Ruvo e dei suoi problemi. Dalla mia parte c’è una coalizione guidata dall’amico Antonello Paparella, persona molto capace e pragmatica, che ha al proprio interno tutta una serie di personalità, giovani ed entusiasti, esperti e capaci, che a mio parere, sono il mix ideale per dare la svolta ad una città ormai ingabbiata da anni. Il candidato sindaco Antonello, i quattro consiglieri comunali eletti, sono imprenditori che vivono il territorio in prima persona ormai da anni, e che sanno tutto delle problematiche locali, rischiando giornalmente in prima persona. Ci sono altri amici che con la loro forte esperienza o con la loro giovanile esuberanza potranno dare tanto in termini di proposte ed idee. Abbiamo rovesciato un modello ampiamente consolidato nella politica attuale, individuando ed indicando già due personalità di rilievo delle nostra città, l’Arch. Mariangela Ciliberti ed il Prof. Gianni Todisco, che dovranno, da tecnici esterni, dedicarsi a settori specifici quali futuri assessori, questo anche per mettere in risalto che non ci sono poltrone da occupare ma c’è solo la ferrea volontà di far ripartire Ruvo. Non ci sono più alibi dietro cui trincerarsi, la svolta è dietro l’angolo per cui invito i ruvesi che non sono andati al voto e quelli che non hanno votato per la coalizione di Antonello Paparella, a dare un voto ragionato e meditato su chi potrebbe gestire al meglio la città, a recarsi alle urne senza demandare ad altri la propria possibilità di scelta, perche il voto oltre ad essere un diritto è anche un dovere”.

 

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome