GIACOMO SCARDIGNO: “DA UN REGALO INASPETTATO E’ NATA LA MIA PASSIONE PER IL CICLISMO”

Storie di sportivi ruvesi riparte dal racconto di Giacomo Scardigno e dal suo amore per il ciclismo.

Un’avventura cominciata quasi per caso grazie a un regalo inaspettato.

Racconta Giacomo Scardigno: “E’ iniziato tutto nel lontano 2004 grazie a un regalo di mio padre. Con i punti raccolti dall’acquisto di caldaie mio padre ebbe una bici che mi regalò. In quel preciso momento è nata la mia passione per il mondo delle due ruote. 

Solo qualche anno dopo, però, ho iniziato ad avvicinarmi al mondo agonistico. Nel 2014 e 2015 ho conquistato ottimi risultati, nonostante non mi allenassi molto perché giocavo principalmente a basket.

Grazie a quei successi ho iniziato a chiedermi se sarei riuscito a raccogliere altre soddisfazioni allenandomi con maggiore intensità e più dedizione“.

Quindi nel 2016 – continua – ho corso la mia prima stagione da ciclista, immerso completamente in mondo nuovo e circondato di gente fortissima. Non ebbi grandi risultati ma riuscii, in alcune occasioni, ad ottenere ottimi piazzamenti. 

Nel 2017 ci fu la mia svolta. Grazie all’esperienza maturata sul campo e al grande sacrificio riuscii a conquistare la vittoria del campionato di IRONBIKE “Challenge delle Cattedrali”.

Annata culminata dal premio di “Sportivo dell’anno” consegnato durante il Gran Galà dello Sport di Ruvo di Puglia. 

Nel 2018 e 2019 ho vinto per due anni consecutivi il titolo di Campione Regionale FCI Mountabike, nella disciplina olimpionica XCO e nel 2020 anche CSAIN“.

Aggiunge: “La sconfitta più grande è stata quella del 28 aprile 2019 nella tappa più dura del campionato di IRON BIKE. Complice di quella sconfitta fu un guasto improvviso e inspiegato alla catena che ha fatto svanire un grande sogno.

Nella mia carriera sportiva uno dei riferimenti più importanti è stato Antonio Giaconella. E’ stato la mia guida, oltre che uno sportivo da imitare per le sue imprese ciclistiche“.

Conclude: “Ovviamente, però, anno dopo anno, si cresce e si impara a conoscere il proprio corpo. Non bisogna mai fermarsi davanti alle tante difficoltà che si incontrano. Il mio motto, infatti, è #spostailtuolimite. La mia caparbietà mi ha portato a diventare quello che sono oggi“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: