Home Sport FRACCHIOLLA: “IN QUESTO CLIMA DI LUTTO ERA IMPENSABILE TORNARE A GIOCARE”

FRACCHIOLLA: “IN QUESTO CLIMA DI LUTTO ERA IMPENSABILE TORNARE A GIOCARE”

296

“Se con la mente ci voltassimo a 365 giorni fa, davvero faremmo fatica a comprendere quello che attualmente stiamo vivendo”, comincia così la nota del presidente della Talos Basket Ruvo, Nicola Fracchiolla dopo la neutralizzazione del campionato di serie B.


Ecco la nota integrale:

“Eppure quell’esperienza ci vale da grande deterrente per comprendere che dalle difficoltà si può venire fuori e approdare in Paradiso. Ma servono le rinunce, i sacrifici. Noi stiamo rinunciando alla cosa che più amiamo: il basket! Non si poteva tornare a giocare nell’immediato. Giusto fermare tutto per onestà intellettuale e per rispetto di tutti i componenti di questo meraviglioso gioco. Siamo stati i primi a fermarci e a comprendere che non c’erano i presupposti per continuare a disputare gli allenamenti. Abbiamo subito fatto sì che ciascun ragazzo potesse ricongiungersi al suo nucleo familiare per non vivere ulteriori e inutili ansie.
Tutto il resto sarà una battaglia con il governo centrale e con ciascuna categoria di componenti del mondo cestistico. Ma in queste ore, quando parliamo di numeri, la mente non può non andare a quelli delle vittime che, specie nel nord Italia, ogni giorno raccontano di vite spezzate, di famiglie distrutte.
Specie le società lombarde, nell’immediato non avrebbero mai avuto il coraggio di tornare a sorridere per un canestro segnato, per un obiettivo raggiunto. Per questo abbiamo sostenuto dal primo momento la neutralizzazione del campionato.
Volevo esprimere con queste righe, a nome della società che rappresento, il senso di gratitudine a tutte le componenti che con me hanno fatto il massimo per i colori biancoazzurri.
La stagione del ritorno in B è stata complicata perchè caratterizzata dal continuo peregrinare per palazzetti e città, senza fissa dimora. Eppure ciò non ha complicato i nostri piani, ma anzi siamo andati oltre ogni più rosea aspettativa. Le difficoltà ci hanno reso uomini migliori. Resterà comunque la stagione nella quale siamo riusciti a toglierci soddisfazioni e i due derby vinti, tanto desiderati dai tifosi, è stata una gioia che resterà negli annali.
Allo staff tecnico, a quello sanitario, ai giocatori, agli sponsor e ai tifosi il mio grazie sentito.
Torneremo e sarà più bello che mai!”

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome