FAVOLA MASTROPIRRO, LA BE BOARD FA SUO IL DERBY

La favola di Mastropirro finisce in copertina in un pomeriggio nel quale l’agonismo l’ha fatto da padrone nel derby tra Be Board e Altamura. Il classe 2002 lanciato da mister Piacenza trova il goal del 3-2 a 2′ dall’intervallo lungo, spalancando le porte del successo alla squadra ruvese.

Gettato nella mischia in un momento particolare e delicato del match, Mastropirro ha avuto la freddezza di farsi trovare pronto in area di rigore a ricevere l’assist di Leon Davila e siglare la prima rete con la maglia della Be Board. Nella ripresa non c’è stata partita, con i ruvesi abili ad amministrare il vantaggio e a colpire ancora per arrotondare il punteggio.

Vince la Be Board per 5-2 e abbandona il penultimo posto in classifica, un’escalation molto significativa per i ragazzi ruvesi.

L’impatto con il match è davvero importante per la Be Board che lotta, costruisce e trova la rete del vantaggio sull’asse Torres-Leon Davila con quest’ultimo che sblocca il match al 1′. Pochi minuti dopo, la Be Board raddoppia su azione di calcio da fermo, Campanale di piatto infila la palla sotto l’incrocio.

L’Altamura reagisce prontamente e colpisce con capitan Maiullari che riapre la gara al 6′. La fase centrale del primo tempo sposta gli equilibri con la squadra di casa che fa fatica a proporsi in attacco. Altamura ci prova, Pellicani si esalta, Ballesteros si immola spesso e volentieri. Il pareggio bianco-rosso arriva in contropiede, ruvesi mal posizionati nella fase difensiva, Mastropirro non va ad aggredire Silva che avanza palla al piede e da il “la” alla rete di Pereira. Al 18′ Mastropirro si rifà con gli interessi, mister Piacenza lo tiene in campo e fa benissimo: 3-2.

Al rientro dall’intervallo, la Be Board mostra gli artigli e prova a chiudere il match. Altamura sembra pagare lo scotto fisico per le energie profuse nel primo tempo. Al 4′ viene espulso Zocco per somma di ammonizioni. Torres punisce tutti e segna il 4-2.

Altamura si getta in attacco, ma trova pochi varchi. Le azioni più pericolose portano la firma di Pereira che dalla distanza fa paura alla Be Board. Il palo trema su una bordata del numero 11 altamurano, mentre Pellicani usa le gambe per bloccarlo. Nel finale, Altamura prova il tutto per tutto e in contropiede Leon Davila trova la doppietta personale.

Applausi per la Be Board che tocca quota 17 in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: