Home Cultura ENRICO FINK E L’OMA: UN GIRO DEL MONDO IN 60′ A SUON...

ENRICO FINK E L’OMA: UN GIRO DEL MONDO IN 60′ A SUON DI MUSICA

165

L’effetto è quello di un lento ma intimo abbraccio, avvolgente fatto di suoni e ritmi che tocca stati, storie, popolazioni unite dalla musica da cementare un unico obiettivo, la “Pace”. Enrico Fink e l’Orchestra Multietnica di Arezzo dominano la scena e conquistano il pubblico ruvese spettatore della seconda serata di “Voci di Pace”, all’interno della rassegna corale “Ruvo Coro Festival” organizzato dall’Associazione Corale Polifonica “Michele Cantatore” e diretto da Angelo Anselmi.

Tanta gente giunta alla Chiesa di Santa Lucia per continuare un percorso fatto di confronto di quelle che sono le diverse culture e tradizioni legate dalla musica corale.

Il coro è dato dall’insieme degli strumenti, dall’armonia dei sorrisi dei musicisti, dalle loro storie di cui l’associazione “Officine della Musica” è macchina da cucire.

Libano, Argentina, Albania, Russia, Italia, come fare il giro del mondo in 60′ e restarne ammaliati.

La gioia data dalla musica, dallo stare insieme, dall’esaltarsi in un repertorio di cui Enrico Fink è maestoso frontman o “cantastorie” per sottolineare la magia della serata. L’Orchestra Multietnica di Arezzo (OMA – #omarezzo), nasce nel 2007 da un percorso formativo, aperto alla partecipazione di musicisti italiani e stranieri e finalizzato alla conoscenza e all’approfondimento delle strutture di base delle musiche tradizionali delle aree del mediterraneo, per incrociarle con la tradizione italiana ed europea e predisporre un repertorio basato sulla contaminazione.

 

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome