Home Politica EMILIANO: “LOPALCO SARA’ IL NUOVO ASSESSORE ALLA SANITA'”

EMILIANO: “LOPALCO SARA’ IL NUOVO ASSESSORE ALLA SANITA'”

418
Foto Nicola Porro

Voglio ringraziare tutti i lavoratori del mondo dell’informazione che stanno lavorando duramente al nostro fianco. Senza di voi la democrazia non avrebbe neanche senso. Si continui a credere nell’art. 21 della Costituzione fino in fondo, così come abbiamo creduto noi in questo progetto politico per la Puglia “, è iniziata così la conferenza stampa di questa mattina del governatore della Regione Puglia Michele Emiliano che ha voluto ricordare ancora una volta Peppino Caldarola, giornalista ed ex direttore dell’Unità.


“Sembrava – ha aggiunto Emiliano – dovessimo essere travolti  da tante cose che avevamo contro e, invece, la resistenza che abbiamo posto è stata riconosciuta dal popolo pugliese.

Ringrazio tutta la gente che ci ha votato, in particolar modo coloro che hanno votato Pier Luigi Lopalco, perché non era affatto una sfida facile.

Un professore di università in una star di preferenze. Di solito le preferenze le prendono i professionisti, in questo caso le hanno prese i dilettanti della politica”.

Pier Luigi Lopalco sarà il nuovo assessore alla sanità. Lo ha annunciato Michele Emiliano nel corso della conferenza stampa.

Devo ringraziare il mondo dell’informazione – ha dichiarato Lopalco – che ha fatto un enorme lavoro. Ringrazio i cittadini che oggi mi permettono di tornare in questo edificio e di continuare a fare il mio lavoro.

Per me è un’emozione particolare. Non mie ero mai sottoposto al vaglio di un voto. Cambierà poco da quello che facevo ieri a quello che farò oggi.

Si tratta di un momento delicato per la riapertura delle scuole. Siamo preparati e la nostra regione sta dando una bella prova. Siamo ancora in una situazione virale modesta e insistiamo moltissimo perché tutti i cittadini facciano la propria parte“.

Un nuovo mandato che comincerà da tre punti importanti: l’agricoltura, la sanità e la questione Ilva con volti nuovi e un cambio generazionale all’interno del Consiglio Regionale.

 

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome