Home Palazzo Avitaja ECCO DOVE SI INTERVERRÀ PER MIGLIORARE IL PIANO DELLA SOSTA

ECCO DOVE SI INTERVERRÀ PER MIGLIORARE IL PIANO DELLA SOSTA

1156

Come ampiamente anticipato sin dall’avvio del servizio e più volte ribadito, dopo una prima analisi dei due mesi di sperimentazione del piano della sosta, raccolti i suggerimenti del Consiglio Comunale e le segnalazioni di esercenti e semplici cittadini, l’Amministrazione Comunale e la ditta titolare del servizio hanno individuato una serie ambiti su cui intervenire per migliorare il servizio.

Questi riguardano anzitutto possibili esenzioni o agevolazioni per determinate categorie di utenti.

Si sta lavorando per introdurre l’esenzione totale in favore di conducenti con disabilità, medici in visita d’urgenza e possessori di auto elettriche.

Per i dipendenti pubblici e privati si sta pensando ad aree di sosta riservate tra quelle segnate dalle strisce blu a tariffe di abbonamento molto contenute.

Particolarmente interessanti i primi cambiamenti per i commercianti allo studio con ASCOM Confcommercio di Ruvo. In primo luogo, si pensa all’introduzione di tessere card – ricaricabili secondo una convenzione con l’azienda titolare del servizio – che gli esercenti possono utilizzare come benefit per la clientela. È inoltre prossima la sperimentazione da parte del gestore del servizio una nuova app che consenta agli esercenti di attivare la sosta di cortesia o di pagarla a costi agevolati ai propri clienti.

Infine ulteriori misure di sostegno e promozionali sono al vaglio dell’associazione del Distretto Urbano del Commercio di Ruvo con l’obiettivo di sfruttare nel modo migliore le nuove possibilità che il piano dei parcheggi offre alla clientela del terziario cittadino.

“Come ci eravamo impegnati a fare – ha detto il sindaco Pasquale Chieco – abbiamo messo in campo un accurato lavoro istruttorio ascoltando centinaia di voci e raccogliendo qualche buona idea da altri Comuni; ora, dopo due mesi di sperimentazione, siamo pronti ad apportare i primi miglioramenti al piano. Con la ditta che gestisce l’appalto, che ringrazio per la collaborazione, il prossimo passo sarà definire le formule corrette per introdurre le modifiche.

Resta però sempre fermo l’obiettivo che ci siamo prefissi sin dall’inizio: dare spazio alle persone, scoraggiare l’uso eccessivo delle auto e migliorare la vivibilità sociale e l’attrattività commerciale della città.”

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome