Home Attualità “E luce fu!”: così i residenti di Via Oberdan dopo cinque mesi...

“E luce fu!”: così i residenti di Via Oberdan dopo cinque mesi di buio!

2164

“E luce fu!”avranno esclamato coloro che abitano in Via Oberdan, angolo via Michele Cassano e Via Bellini.

Perché dopo cinque mesi di buio che ha pervaso questa zona di Ruvo di Puglia – ma non è l’unica – una semplice lampada ha rischiarato tutto, elevando il grado di sicurezza e tutelando l’incolumità dei cittadini nel percorrere questo tratto di strada.

1 agosto (2)
Fino a cinque mesi fa

Camminare per vie non illuminate, infatti, fa correre il rischio di subire aggressioni, furti ma anche incidenti: non dimentichiamo che un altro problema che affligge Ruvo di Puglia sono le strade dissestate, i marciapiedi invasi da erbacce…

Quello che sconcerta, tuttavia, è il lasso di tempo intercorso da quando si è manifestata l’emergenza sino al momento in cui tutto è tornato alla normalità. E’ quanto stato denunciato alcuni giorni fa da una nostra lettrice:

«E’ da cinque mesi che siamo senza illuminazione stradale. Siamo andati dai Vigili che ci hanno risposto “Ci sono già pervenute segnalazioni, comunque prendiamo appunto.” Vedendo che la situazione non cambiava, ho richiamato i Vigili che mi dicono “Non è nostra competenza, dovete rivolgervi all’Ufficio Tecnico.” Ma dico io, è possibile che per mettere due lampadine son passati cinque mesi? Ora chiediamo a voi se c’è una soluzione prima che sia troppo tardi perché quando succedono le disgrazie, tutti si disperano e si attivano per cambiare le cose. Allora cerchiamo di evitare e affrontare il problema.»

1 agosto
Strade al buio

E qualche giorno fa, l’illuminazione è stata riattivata, come scritto all’inizio.

Ora, dubito che cinque mesi fa, quando si è manifestato il problema, i residenti non si siano attivati presso gli uffici competenti affinché tutto fosse ripristinato. Si saranno rivolti ai Vigili che, con la diligenza che connota il loro operato, avranno preso qualche appunto ma poi avranno accertato che la questione non era di loro pertinenza. E allora, perché non rispondere subito alla signora che spetta all’Ufficio Tecnico occuparsi di questi servizi? Si evitano disguidi, perdite di tempo.

Ma un altro fatto emerge: la solerzia dei Vigili  avrà indotto loro a segnalare il problema all’Ufficio Tecnico. Perché son trascorsi cinque mesi per mettere una lampada?

Certo, non viviamo in un mondo dove vige la perfetta informazione, ma si dovrebbe tendere essa per maggiore beneficio di tutti così come la tempestività nel ripristinare un servizio pubblico è fondamentale per la sicurezza dei cittadini. Naturalmente il mio non è un “je accuse” nei confronti di chi compie quotidianamente e bene il proprio lavoro, ma solo un umile suggerimento.

1 agosto (3)
E luce fu…

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome