Home Formazione DIDATTICA A DISTANZA: DISPOSIZIONI DEL SECONDO CIRCOLO DIDATTICO SAN GIOVANNI BOSCO

DIDATTICA A DISTANZA: DISPOSIZIONI DEL SECONDO CIRCOLO DIDATTICO SAN GIOVANNI BOSCO

1397

In seguito al DPCM emanato lo scorso 4 marzo, relativo alle misure per il contrasto e il contenimento del diffondersi del Coronavirus, è stata attivata la didattica a distanza per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole.


La riunione dello Staff e del gruppo PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale), tenutasi lo scorso venerdì 6 marzo 2020, ha prodotto una serie di procedure per attuare misure di supporto didattico a distanza, rivolte agli alunni dell’Infanzia e della scuola Primaria.

Sono stati esaminati diversi strumenti di comunicazione tra i docenti e gli alunni:

– E-mail;
– Registro Elettronico dove si possono depositare materiali in cartelle e sottocartelle consultabili dagli alunni e dalle famiglie;
– Piattaforme educative on line già conosciute da molti docenti del nostro istituto:

 Edmodo
 Google Class
 Easyclass
 Weschool
d) Libri elettronici di testo.

Da un sondaggio preliminare rivolto agli alunni del Secondo Circolo Didattico San Giovanni Bosco, è emerso che circa un terzo delle famiglie degli alunni frequentanti non è adeguatamente attrezzata per seguire tali procedure di didattica a distanza.

A tal proposito, la Dirigente Scolastica ha disposto le seguenti linee di indirizzo e procedure operative:

1. La comunicazione tra il Team-Docente e i Genitori-Rappresentanti di classe/sezione avverrà attraverso l’applicazione di Messaggistica: WhatsApp.

2. Ciascun Team docente di classe/sezione creerà:
a) un gruppo WhatsApp composto dallo Staff-tecnico (solo docenti), per concordare gli interventi da mettere in atto, di “consolidamento” di argomenti già noti agli alunni;
b) un gruppo WhatsApp allargato al Rappresentante dei genitori, per illustrare direttamente, volta per volta, disciplina per disciplina, le consegne da dare agli alunni. Si tratterà di attuare lavori di ripetizione e consolidamento di quanto già appreso a Scuola.

3. Ciascun Rappresentante di classe si farà portavoce, via WhatsApp, presso le altre famiglie della classe di riferimento, circa le indicazioni ricevute dai docenti.

4. Onde mantenere il ritmo consolidato di apprendimento degli alunni, le attività verranno assegnate secondo l’orario settimanale delle discipline, della classe. Preferibilmente saranno assegnate dai libri di testo in adozione, limitando il numero delle schede che
richiederebbero copia stampata delle stesse, per l’esecuzione delle consegne. Si cercherà di inviare schede che siano facilmente ricopiabili sul quaderno da parte dei bambini. Si potrà ricorrere a consegne riguardanti: visione di video e giochi interattivi.

5. I compiti svolti dai bambini non dovranno essere restituiti via WhatsApp agli insegnanti.

6. Gli insegnanti, al rientro a scuola, al termine del periodo di sospensione delle attività didattiche, effettueranno il controllo circa l’esecuzione dei compiti assegnati.

7. Ai genitori è consentito l’accesso nelle aule, accompagnati dai Collaboratori ATA, per recuperare il materiale scolastico dei propri figli.

8. Qualora piccoli gruppi di insegnanti abbiano la necessità di utilizzare la strumentazione dell’Istituto per la realizzazione delle attività di insegnamento a distanza o la costruzione di materiali, ne daranno comunicazione alla dirigenza.

Inoltre, è stato consigliato a tutti gli insegnanti di valutare l’opportunità di effettuare autoformazione riguardo alle modalità di insegnamento a distanza.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome