Covid: Procura Trani indaga su contenime

La Procura di Trani è al lavoro per ricostruire la filiera delle indicazioni sulle misure da adottare per contenere il contagio da Coronavirus nelle Rsa, partite dal Ministero della Salute e, attraverso la Regione Puglia e i dipartimenti di prevenzione della Asl, arrivate alle strutture residenziali per anziani. E’ il primo passo dell’indagine della magistratura tranese, coordinata dal procuratore Renato Nitti, che ha delegato ai carabinieri del Nas e la Guardia di Finanza di acquisire documentazione, i primi negli uffici della Asl Bat e i secondi nella sede della Regione Puglia. L’inchiesta intende verificare l’eventuale violazione delle norme sulla salute e sicurezza sul lavoro relative alla valutazione del rischio biologico con riferimento all’Opera Don Uva di Bisceglie (46 casi di Covid). Gli accertamenti riguarderanno poi altre due strutture del territorio: la Rssa Opere Pie Riunite (40 casi), e la Rssa San Giuseppe (47 contagiati e 3 decessi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: