Home Palazzo Avitaja COVID, 154 GLI ATTUALMENTE POSITIVI A RUVO. CHIUSI I FOCOLAI DELLA “M.M....

COVID, 154 GLI ATTUALMENTE POSITIVI A RUVO. CHIUSI I FOCOLAI DELLA “M.M. SPADA” E DELLA CASA DI RIPOSO DELLE GERARDINE

782
Dai dati ufficiali in questo momento a Ruvo di Puglia le persone che risultano positive al Coronavirus sono 154.
“Dal nostro ultimo aggiornamento, quando i positivi erano 174, abbiamo avuto 21 nuovi casi e 40 negativizzati. Dobbiamo purtroppo comunicare con dolore che nei giorni scorsi una persona affetta da Coronavirus è deceduta: esprimo alla famiglia il più sentito cordoglio. Si tratta del primo caso di questo genere dall’inizio dell’anno”, comunica Chieco.
“La notizia positiva – prosegue il primo cittadino – è che i tamponi effettuati lunedì hanno oggi confermato che i focolai della RSA Maria Maddalena Spada e della Casa di riposo delle suore Gerardine sono chiusi e che personale e ospiti di entrambe le strutture sono ora tutti negativi. In questo modo si chiude finalmente per la nostra città un capitolo molto doloroso fatto di angoscia, preoccupazione e lacrime versate in solitudine. Agli ospiti delle strutture e alle famiglie rinnovo la mia vicinanza, al personale – particolarmente a quello sanitario – torno a esprimere la mia gratitudine”.
“Ruvo è dunque in controtendenza rispetto al trend regionale e i numeri sono buoni, ma in questi mesi abbiamo imparato come questi dati siano estremamente volubili e sarebbe un errore imperdonabile abbassare la guardia. Ricordiamoci che siamo ancora in zona arancione, che il virus non si ferma al confine tra un paese e un altro e che rimangono prescrizioni molto chiare soprattutto per quanto riguarda gli spostamenti. Non smettiamo di usare le mascherine, di rispettare la distanza interpersonale e di evitare assembramenti, perché dal nostro comportamento continuano a dipendere la salute nostra e delle persone che sono intorno a noi”, ammonisce Chieco.
“Italia e Unione Europea stanno chiedendo con fermezza in queste ore alle società farmaceutiche il rispetto degli impegni sottoscritti; solo una campagna vaccinale continua e organizzata infatti potrà portarci alla conclusione di questa lunga vicenda”, conclude il sindaco.

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome