Concorso “A macchia d’olio”: il 2 maggio al Museo della Fotografia del Politecnico di Bari la premiazione dei vincitori

Giunge alle battute conclusive la felice esperienza del concorso “A Macchia d’olio”, i cui risultati saranno presentati nell’ambito della cerimonia di inaugurazione dello Short master  “The olive oil sensory science and the culinary art” (La scienza dell’olio di oliva in cucina) organizzato dal Centro di ricerca sull’olivo, l’olio e le olive da mensa dell’Università degli Studi di Bari e diretto dalla prof.ssa Maria Lisa Clodoveo, in programma martedì 2 maggio alle ore 17.30 presso il Museo della Fotografia del Politecnico di Bari (via Edoardo Orabona, 4).

Premi ed attestati ai vincitori del concorso per la diffusione della cultura dell’olio extravergine di oliva e della sana alimentazione nelle giovani generazioni saranno conferiti, in una cornice istituzionale, dalla dott.ssa Serena Ferrara e dai componenti del comitato scientifico del concorso, il primo che il Dipartimento di Scienze Agro Ambientali e Territoriali dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, con l’Associazione Frantoiani di Puglia e le aziende agricole Agrigioia s.a.s. e Puglia Alimentare s.r.l. (titolare del marchio Antica masseria Caroli), ha dedicato alle scuole primarie dell’area metropolitana di Bari.

Oltre 300 i lavori, tra video, disegni e altre opere d’arte, che gli studenti delle scuole primarie del barese hanno sottoposto alla giuria popolare, ottenendo il risultato cui puntavano gli ideatori: diffondere “a macchia d’olio” la cultura dell’olio extravergine d’oliva, attraverso l’arte e raccontare tutti gli umori, gli amori, i segreti e i valori dell’oro liquido di Puglia.

Attraverso la reinterpretazione dei racconti dell’opera “A macchia d’olio”, la raccolta a cura di Maria Lisa Clodoveo e Maria Antonietta Colonna pubblicata a margine dello Short master in “Strategie produttive e di marketing per la valorizzazione dell’olio extra vergine ad elevato valore salutistico”, gli studenti hanno contribuito ad una vera e propria operazione di marketing emozionale, su un prodotto che è più di un prodotto.

Colonna portante e non solo valore aggiunto di una regione che produce oltre il 40% dell’olio italiano, l’extravergine è frutto del lavoro di migliaia di mani e menti su altrettante migliaia di ettari di terreni coltivati da secoli secondo tradizione. È salute, eccellenza e territorio, è economia e turismo, consapevolezza, orgoglio e cuore.  Tutto questo è emerso dai lavori dei ragazzi, che saranno presentati nella serata di premiazione.

Nell’ambito della manifestazione sarà data visione dei due video vincitori del concorso: LA GENTILEZZA realizzato dagli alunni della 1^ C del 2° circolo “Rodari” di Casamassima (primo classificato) e LA FORMICA E L’UNGUENTO MIRACOLOSO realizzato dalla 5^ D dell’istituto comprensivo “Tattoli – De Gasperi” di Corato (secondo classificato).

Un riconoscimento particolare sarà anche attribuito all’IC Garibaldi di Bari, per aver partecipato con il più alto numero di allievi, mostrando così di sposare appieno lo spirito dell’iniziativa.

Saranno inoltre esposti gli elaboratori dei vincitori della sezione “singoli allievi” Mikaela Montaruli della IV B del 1° circolo “Bovio” di Ruvo di Puglia (1° classificato), Fausta Gramegna della IV C del 1° circolo “IV Novembre” di Altamura  (2° classificato), Nikole Brindicci della IV C del 1° circolo Bovio di Ruvo di Puglia (3° classificato) e una selezione delle opere dei partecipanti al concorso. Ulteriori elaborati saranno esposti al pubblico prossimamente presso gli spazi espositivi di Eataly Bari.

Presenti, in qualità di relatori, il prof. Antonio Uricchio – Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro; il prof. Giacomo Scarascia Mugnozza – Direttore del Dipartimento di Scienze Agro Ambientali e Territoriali – Università degli Studi di Bari Aldo Moro; il dott. Michele Abbaticchio – Sindaco di Bitonto; il dott. Domenico Incantalupo, assessore alle Politiche Agricole del comune di Bitonto, il prof. Carlo Franchini – Delegato ai Master Universitari, la prof.ssa Maria Lisa Clodoveo – Direttore dello Short Master e ideatore del concorso “A macchia d’olio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: