CINEFORUM PRESSO LA SCUOLA "COTUGNO-CARDUCCI-GIOVANNI XXIII" IN OCCASIONE DELLA GIORNATA INTERNAZIONALE DELL'INFANZIA E DELL'ADOLESCENZA

La scuola media “Cotugno-Carducci-Giovanni XXIII” ha organizzato un cineforum, in continuità con la scuola primaria, al fine di celebrare la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Ecco la nota esplicativa.

Il 20 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

La data ricorda il giorno in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò, nel 1989, la Convenzione ONUsui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
Sono oltre 190 i Paesi nel mondo che hanno ratificato la Convenzione. In Italia la sua ratifica è avvenuta nel 1991.
Nonostante vi sia un generale consenso sull’importanza dei diritti dei più piccoli. Ancora oggi molti bambini e adolescenti, anche nel nostro Paese, sono vittime di violenze o abusi, discriminati, emarginati o vivono in condizioni di grave trascuratezza.
La scuola “Cotugno-Carducci-Giovanni XXIII”, sempre sensibile ai temi della giornata, promuove un cineforum in continuità tra le classi prime della secondaria di primo grado e le quinte delle scuole primarie del territorio.
Le attività, coordinate dalla Prof.ssa M. Minafra (FS continuità-orientamento), in piena sintonia con il DS L. Sallustio, si articolano in due giorni:
  • il 19/11/2016 presso la Cotugno. Dalle ore 8.45 alle ore 10.30 saranno coinvolte le classi 1A,1B,1C,1G con 5A , 5B e 5C della scuola Bovio. Dalle ore 10.45 alle ore 13.00 saranno coinvolte le classi 1D, 1E, 1F con 5D, 5E della scuola Bovio.
  • il 21/11/2016 presso la Carducci-Giovanni XXIII. Dalle ore 8.45 alle ore 10.30 saranno coinvolte le classi 1A e 1B con 5A, 5B, 5C della scuola San Giovanni Bosco. Dalle ore 10.45 alle ore 13.00 saranno coinvolte le classi 1C e 1 D con 5D, 5E, 5F, 5G della scuola Bartolo di Terlizzi.

Gli alunni visioneranno il film  “L’isola degli smemorati”.

Su un’isola in mezzo all’oceano abitata da nove anziani, tra cui il vecchissimo mago Lucanòr, approdano otto bambini soli in seguito a un naufragio che li ha separati dai genitori. Lì inizia la loro avventura, una storia raccontata con leggerezza ma che affronta un tema fondamentale, quello della tutela dei diritti dei bambini, sanciti dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia.

La storia si dipana sui tanti diritti: a non essere tenuti prigionieri, a non essere picchiati, a conservare la propria identità, ad avere una casa, cibo, protezione, a non essere separati dai fratelli, a essere trattati con affetto, a non fare lavori faticosi, a ricevere un’istruzione, a non essere discriminati dagli altri bambini, a giocare, a far sentire la propria opinione, a riunirsi con i genitori quando ne vengono separati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: