BIAGIO CANTATORE SPIEGA LE RAGIONI DELLA SUA CANDIDATURA

E’ candidato al Senato nel Collegio Puglia 2 nella lista Alternativa per l’Italia. Si tratta del ruvese Biagio Cantatore che, in questa intervista, ci spiega i motivi della sua candidatura.

Chi è Biagio Cantatore?

Biagio Cantatore nasce a Ruvo di Puglia, 03.05.1967, sposato con due figli, libero professionista, nell’anno 1997 consegue sia la laurea di  dottore in  scienze politiche con indirizzo politico amministrativo sia l’abilitazione all’esercizio della libera professione di commercialista. la sua vita politica inizia con l’iscrizione nella sezione giovanile  della democrazia cristiana, di Ruvo di Puglia, dal quale movimento ha imparato la scuola politica, sotto gli insegnamenti dei padri fondatori del partito della democrazia cristiana (De Gasperi, Moro, La Pira, Andreotti, Laforgia). Nell’anno 2003 e fino al 2005, viene eletto alla carica di consigliere comunale nella lista dell’Udc.

Cos’è Alternativa per L’Italia

E’ la federazione di due movimenti politici, il popolo della famiglia che fa capo a Mario Adinolfi  ed il movimento exit che fa capo a Simone di Stefano, insieme hanno dato vita ad un soggetto politico aconfessionale fondato sulla dottrina sociale della chiesa cattolica nonche’ a difesa della vita e dei diritti non negoziabili.

Perche’ votare APLI?

Premesso che la politica negli ultimi trent’anni  e’ stata vissuta come qualcosa di losco: corruzione, privilegi, voltagabbana, tradimenti, casta, poltrone, soldi, clientele tangenti, speculazione , bugie, dietro gli spauracchi del “centro destra”  e “centro sinistra” la classe dirigente ha pensato solo al loro perfido interesse personale. Disinteressandosi delle esigenze degli elettori. Il  movimento apli,  definito dai media antisistema, si inserisce in un momento molto critico, che il sistema paese sta attraversando, notiamo le sceneggiate dei due schieramenti destra e sinistra che nei salotti televisivi sembrano divisi, me nei fatti fanno parte della stessa faccia della medaglia. Qualche esempio: sulla risoluzione agli armamenti in ucraina, uno stato fuori l’unione europea e fuori dalla nato.  su questa risoluzione tutte le forze sono state unanime per l’intervento con applicazioni di sanzioni. altro esempio con il covid, lo stesso divisi nei salotti ma uniti col green pass e l’obbligo vaccinale. Si nota che su questo scenario e’ scomparsa la figura della forza di opposizione. Non dimentichiamo che per molto meno, e mi riferisco alle missioni di pace: sindacati e forze politiche di opposizione manifestavano  in cortei sotto lo slogan  di pacifisti no alla guerra si alla pace. ora sono scomparsi anche dalle forze piu’ estreme della  sinistra. Di qui la scelta di cambiare completamente rotta dando vita ad un movimento che e‘ contro l’ideologia dominante del pensiero unico. infatti tutti coloro che si discostano da tale pensiero vengono etichettati come omofobi o da escludere da qualsiasi dibattito. Qualche esempio il green pass, una misura politica che risponde non a fondamenti scientifici ma voluta solo  da ambienti delle elite dominanti.  Una misura che ha ridotto la persona ad un codice a barre invadendo  la sua sfera privata. ricordiamoci  degli ultra cinquantenni che non si sono vaccinati, hanno subito l’umiliazione del pagamento della sanzione di euro 100,00 dall’agenzia delle entrate. Mentre per tutti gli ucraini  ed altri immigrati ultra cinquantenni non vaccinati a costoro nulla e’ stato applicato. Anzi, i medici non vaccinati e quindi privi del green pass, sono stati sospesi dal loro servizio e quindi allontanati dagli ospedali, mentre nello stesso tempo si e’ proceduto ad assumere medici ucraini, in sostituzione di quelli sospesi,  non vaccinati e senza green pass negli stessi ospedali. Una disparita’ di trattamento vergognosa. Altro esempio, sulla guerra in Russia, coloro che osano esprimere una considerazione anche logica sull’argomento vengono automaticamente definiti “putiniani”. Potrei continuare con tanti altri esempi come le ideologie gender,  multiculturalismo, sono tutte teorie che conducono ad un disordine sociale e politico. purtroppo oggi ogni capriccio viene trasformato in diritto. purtroppo la scena politica e’ in  mano alla sinistra del pensiero unico e la destra non ritiene opportuno parlare di temi etici, come aborto eutanasia, utero in affitto adozioni ad unioni civili, insegnamento del gender sin dalle scuole dell’infanzia, per non perdere voti e consensi. Una vergogna.

La sua visione politica

Innanzi ad uno scenario incerto con un degrado politico, dove la politica viene esercitata sui social, e da ultimo per avvicinare i giovani anche su tik-tok, noi del movimento alternativa per l’Italia, riteniamo ripartire da un rinnovamento profondo, di una nuova formazione di una classe dirigente  e di una ricostruzione del soggetto politico. Alcide De Gasperi, uno dei padri costituenti della nostra costituzione,  nel suo primo programma alla fine della seconda guerra mondiale, aveva lanciato appello al primato della coscienza morale. Il tanto decantato PRNN, (piano di ripresa nazionale e resilienza) la sua attuazione puo’  restare inefficace se non e’ viva ed operante  nei soggetti attuatori una coscienza morale, e quindi e’ necessario che gli esecutori dei piani siano spinti ad un interesse superiore senza farsi corrompere. molti movimenti politici nascono e scompaiono, perche’ sono senza anima. Molte masse si muovono da un movimento all’altro  e dopo rimangono delusi. sono alla ricerca di un pastore. un esempio eclatante il movimento 5stelle col suo consenso pari al 35% non e’ stato in grado di gestire il potere ovvero  l’ha gestito anche male. quanti elettori speravano in un cambiamento….oggi molti politici, non rispondono a nessun del loro operato, sono senza morale, semplice, forti del sistema elettorale , non hanno bisogno di confrontarsi con gli elettori, perche’ vengono nominati dai partiti  e candidati in collegi “blindati” e quindi la loro rielezione e’ assicurata.  Per votare basta barrare il simbolo del partito. da qui nasce la disaffezione alla politica e l’elettore sfiduciato non si reca alle urne.

Punti programmatici

Al posto del libro dei sogni, come sono abituati a scrivere i partiti di sistema, noi di alternativa per l’italia, abbiamo indicato cinque punti  di immediata attuazione:

-reddito di maternita’, sostegno diretto a combattere la denatalita’. Oggi nascono poche figli, perche’ le famiglie non hanno abbastanza sussidi di mantenimento.

– incentivo alla piccola e piccolissima impresa a conduzione familiare con l’introdizione del quoziente familiare

-liberata’ educativa per scuole e universita’ con scelta diretta libera e gratuita per le famiglie,  contro l’imposizione del pensiero unico e dell’ideologia gender

– evitare che si realizzi la digitalizzazione dell’identita’ del cittadino come strumenti di controllo come il green pass e l’obbligo vaccinale.

– sostegno ai giovani per il diritto al lavoro stabile, alla casa per le coppie sposate under 40. attenzione agli anziani e disabili con innalzamento immediato a 1.000 euro delle pensioni minime.

Appello al voto

Votare e’ un diritto e un dovere civico. Come gia’ detto, gli elettori si sono disaffezionati alla politica tale da non andare a votare. in un certo senso potrei anche dargli ragione anche se la mia coscienza mi induce comunque ad andare a votare.

la mia considerazione che faccio e’ che questo governo agli elettori ha risparmiato solo il lavoro di scavargli la fossa, sono stati abili con i loro provvedimenti, vuoi  col covid vuoi con la guerra, a scavargliela per loro conto ed il prossimo governo completera’ l’opera. Questo spingera’ il paese nella paura e nella disperazione.

Quindi se gli elettori sono contenti dell’operato del governo uscente dico di rivotarli. contenti loro contenti tutti. io no.

Ovvero di non aver paura di cambiare, e se questa intervista ha smosso la coscienza  di non esitare a votare alternativa per l’Italia un movimento con anima e valori degni di tutela.

Un’ultima considerazione, i nostri formatori di scuola politica non ci hanno insegnato il voto utile ed il voto inutile, perche’ come recita l’art. 48 della nostra costituzione il voto e’ personale, uguale, libero e segreto, quindi chi vota  non deve dare conto a nessuno se non alla sua coscienza. Auguri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: