Home Cultura BENVENUTI A RUVO DI PUGLIA: TUTTI AI PIEDI DI "RE CARDONCELLO".

BENVENUTI A RUVO DI PUGLIA: TUTTI AI PIEDI DI "RE CARDONCELLO".

5627

E’ giunto il momento di gustarci uno degli eventi rubastini più attesi da ruvesi e cittadini dei comuni limitrofi. La “Sagra del Fungo Cardoncello”, manifestazione giunta in questo 2016 alla dodicesima edizione, è pronta a battere ogni record. L’evento, ideato e organizzato dalla Pro Loco di Ruvo di Puglia, rischia positivamente di vantare la presenza nella nostra città di tantissima gente pronta a inondare Ruvo di Puglia. L’infaticabile Rocco Lauciello ha avuto il merito di credere fortemente in questo progetto, di fronteggiare, in passato, a situazioni di pericolo che potessero offuscare l’evento, e di aver cercato in ogni modo di promuovere il nostro territorio anche grazie alla sagra. Ruvo di Puglia in primo piano, l’occasione per essere visitata e per far parlar di sé. Il dato positivo emerge dalla stima iniziale di “Camperuvo” che ha fatto sapere di aver raggiunto prenotazioni record. Ogni esercente ha saputo farsi trascinare dall’ondata “cardoncelliana”, cercando di dare linfa nuova alla propria attività. E allora che ben vengano i record accompagnati da gioia, colori e profumi. Facciamoci inondare di buone sensazioni. Il progetto, nato nel cuore del centro storico, estenderà il suo perimetro, con manifestazioni dislocate sui corsi, coloro che giungeranno a Ruvo di Puglia potranno utilizzare aree di parcheggio a pagamento, grande novità assoluta della Sagra di quest’anno.

Per la prima volta si crea un’area pedonale attorno ai corsi. E’ una scommessa che capiremo presto se porterà o meno i suoi frutti. “Abbiamo in mente – ha scritto sulla sua pagina facebook, il sindaco Pasquale Chieco – un paese “spazioso”, “arioso”, dove i bambini camminano per strada sicuri e sereni e i genitori sono tranquilli. Un paese più salubre, più vivibile, a misura d’uomo. Sabato e domenica, grazie alla Sagra del fungo cardoncello, facciamo una specie di prova generale; sarà una festa pedonale, chiudiamo il centro storico al traffico, proviamo a vivere il nostro paese in modo diverso, a percorrerlo a piedi, a riprendercelo con gli occhi, a riscoprirlo. Ci state?“. Vedremo come viabilità e senso civico reagiranno a questa “prova generale”, anche se in molti fanno notare che è una decisione che va al contrario rispetto a quanto è accaduto per la vicenda di Corso Cavour.

Un plauso agli organizzatori, un grazie a tutti coloro che si metteranno in gioco e regaleranno entusiasmo alla nostra città. Ruvesi.it seguirà con approfondimenti testuali, video e fotografici l’avvenimento.

E’ bello vedere come tutte le componenti locali abbiano voluto contribuire a far bella la città e lavorato a stretto gomito. Un passo avanti verso la risalita e riscoperta della nostra amata Ruvo di Puglia.

Quest’anno la sagra sarà associata a eventi di beneficienza. Dalla raccolta pro terremotati promossa a livello nazionale dalla Pro Loco UNPLI, agli eventi collaterali organizzati in favore del piccolo Felice Guastamacchia. Il Cuore del nostro territorio sta battendo all’unisono per sostenere la possibilità che il bimbo terlizzese nato con una malattia rara, l’Epidermolisi Bollosa distrofica recessiva, le cui cure potranno essere effettuate solo in America, Mineapolis. Per cui non emergeranno solo le nostre tipicità, ma soprattutto i valori dei noi ruvesi.

Buon lavoro a tutti e un caloroso benvenuto a coloro i quali vivranno con i ruvesi l’evento.

 

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome