Home Palazzo Avitaja ANCHE A RUVO PARTONO I CANTIERI DI CITTADINANZA

ANCHE A RUVO PARTONO I CANTIERI DI CITTADINANZA

1443

Partono priprio oggi, lunedì 4 maggio, anche a Ruvo i Cantieri di cittadinanza, il programma di sostegno ai cittadini in difficoltà lavorativa realizzato da Regione Puglia e Amministrazioni locali.
I Cantieri di Cittadinanza sono lavori di pubblica utilità di breve durata (da 6 a 12 mesi), retribuiti con un’indennità per il partecipante di 23 euro a giornata (max 500 euro al mese).
Il progetto si rivolge a persone disoccupate da almeno 12 mesi, inoccupati e persone in condizione di specifiche fragilità sociali come disabili, ex detenuti e donne sole.
Il Comune di Ruvo, tramite l’Assessorato alle politiche sociali, potrà impegnare dodici cittadini che saranno impegnati in lavori di manutenzione del patrimonio pubblico. In particolare verranno realizzate attività complementari alla pulizia delle strade, come ad esempio, la risistemazione dell’arredo urbano, la riverniciatura delle panchine e dell’arredo urbano, raddrizzatura di pali e di cestini e segnaletica in genere, l’eliminazione di affissioni abusive, la cancellazione di scritte abusive da muri di edifici pubblici e monumenti.
I cittadini interessati a partecipare ai Cantieri di cittadinanza possono presentare la loro domanda di accesso al percorso di inclusione previsto dalla misura, candidandosi attraverso l’apposita piattaforma on-line messa a punto sul portale www.sistema.puglia.it/cantieridicittadinanza . Per la presentazione delle domande i cittadini che non vorranno farlo autonomamente dalla propria postazione informatica, potranno rivolgersi ai CAF convenzionati col Comune. Non possono essere presentate le domande tramite sportelli del Comune né tramite i Centri per l’Impiego.
“La mancanza di lavoro – ha detto il Sindaco, Vito Ottombrini – è uno dei problemi più gravi in questo momento per il nostro paese. Riuscire ad attivare sul nostro territorio strumenti di questo tipo rappresenta di sicuro un fatto importante. Nonostante il periodo molto delicato per tutti i Comuni italiani e per Ruvo in particolare, siamo riusciti a mettere risorse a disposizione per i nostri concittadini in difficoltà. Non pensiamo tuttavia che questo sia sufficiente: il problema del lavoro si risolve creando nuove opportunità soprattutto per i giovani e puntando su settori che possono dare occupazione buona e duratura: questa Amministrazione ha infatti voluto fortemente investire nel turismo, darà terreni coltivabili a cittadini volenterosi e, nonostante le difficoltà, ha saputo trovare i fondi per realizzare importanti opere pubbliche (come Piazza Dante e Piazza Matteotti) che comunque porteranno a Ruvo giornate di lavoro.”
“Lavoro – ha detto l’assessora Elisabetta Altamura – significa dignità; con questo progetto realizziamo una nuova politica di inclusione sociale che tiene insieme bisogno di lavoro, reddito e dignità della persona. I “Cantieri di cittadinanza” e “Lavoro minimo” sono un’opportunità formativa e lavorativa per cittadini in condizioni di fragilità sociale, a dodici di loro daremo la possibilità a di contribuire al bene comune.”
Si ringrazia Luca Basso

Lascia una risposta:

Per favore inserisci il tuo commento!
Il tuo nome