Alla riscoperta dei volti. Un anno in ascolto dell’insegnamento di don Tonino Bello

La diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, in occasione del 30° anniversario della nascita al cielo del Venerabile Antonio Bello (20 aprile 1993-2023) vivrà un anno speciale dal tema: Alla riscoperta dei volti, mettendosi in ascolto dell’insegnamento di don Tonino, attuale più che mai.

Questo tempo di grazia inizierà il prossimo 8 dicembre, solennità dell’Immacolata Concezione, con la celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Domenico presso la Comunità C.A.S.A. di Ruvo alle ore 9.30. La S. Messa sarà trasmessa in diretta TV su Tele Dehon (can. 19). In tutte le comunità parrocchiali della diocesi, all’inizio delle celebrazioni, sarà data lettura del messaggio scritto dal vescovo per l’indizione dell’anno dedicato al venerabile Antonio Bello.

Molteplici saranno gli eventi, i percorsi di ascolto e le esperienze di convivialità: la marcia della pace, la settimana biblico-teologica, la concelebrazione eucaristica in Cattedrale a Molfetta il 20 aprile con il Cardinal Matteo Maria Zuppi, incontri di preghiera e catechesi dai più piccoli agli adulti, progetti didattici scolastici, premi letterari, pellegrinaggi, il cammino dei giovani, esperienze di condivisione presso le opere-segno di don Tonino, una summer school sulla pace, concerti con testi scritti dal venerabile, pubblicazioni, tavole rotonde su temi cari alla sua predicazione.

Queste iniziative culmineranno nei lavori del convegno diocesano di settembre p.v. aprendo la strada a un meeting della santità della Chiesa locale, a fine ottobre, per poi concludersi l’8 dicembre 2023 nella solennità di Maria, “donna bellissima”.

Il logo pensato per l’anniversario del 30° dies natalis del venerabile Antonio Bello è stato realizzato da Saverio Penati e visibilizza graficamente il tema “Alla riscoperta dei volti”.

Sulla sinistra appare la croce pettorale di legno, indossata da don Tonino, sulla quale è inciso il Cristo con i colori della pace che richiama il fascino delle parole e la profezia dei gesti testimoniati nella sua vita, come il viaggio a Sarajevo nel 1992.

A destra le vele, due profili di volti, oltre che esplicitare l’antica metafora della Chiesa come barca, interpretano il tema scelto. La Chiesa, costituita da persone, è alla ricerca di volti da curare e a cui annunciare il Vangelo.

Le onde rappresentano la Chiesa in movimento e in mare aperto, che abbandona le comodità e le sicurezze per essere ‘in uscita’ e ‘amica’ del mondo.

Il colore predominante, blu, è un evidente richiamo all’amore che don Tonino ha avuto per la Vergine Maria, “donna dei nostri giorni”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: