30 anni di amore per gli animali: grande festa per la LNDC di Ruvo di Puglia

Venerdì 8 giugno, presso il “Casale dei Cavalieri” a Ruvo di Puglia, la sezione ruvese della “Lega Nazionale per la Difesa del Cane” festeggerà 30 anni di attività sul territorio. E l’annuncio, che è anche un invito a tutti a partecipare, è dato con un 6×3 che, tra mission e traguardi raggiunti, ritrae un cagnolino diversamente abile.

«E’ un messaggio forte. Vogliamo mostrare come  gli animali, anche nelle loro debolezze e fragilità, dimostrino di possedere una resilienza non comune» spiega Rosa Camerino, membro dell’associazione oggi presieduta da Antonio Rossini.

La LNDC non si occupa di tutelare solo cani e gatti randagi.

«Il  raggio di azione della LNDC – prosegue Camerino-  si sta ampliando perché la nostra filosofia di vita, come persone e come associazione, è quella di combattere la violenza nei confronti di tutte le creature viventi. L’errore che si fa spesso è quello di considerare gli animali  “altri da noi” solo perché morfologicamente diversi. In realtà hanno sentimenti: gioiscono, soffrono. Come noi. Per questo cerchiamo di dare il nostro contributo alla causa di tutti gli animali studiando e combattendo, per quello che è possibile, le attività legate alla zoomafia, alla predazione di animali esotici, alla vivisezione».

Era il 1988 quando alcuni ragazzi decisero di formare un gruppo coordinato dedito alla protezione dei cani randagi.

«Fummo io, Nichi Venuti, Nicola Amenduni, Nello Coppola,  Nicola Dirella, Vittorio Lorusso – ricorda Camerino – e  tanti altri a decidere di convogliare le nostre energie per proteggere i randagi. Solo nel 1991 abbiamo avuto la 281 (Legge 281 del 14 Agosto 1991Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo”, nda) che ha disciplinato organicamente la materia. Poi il gruppo si è allargato, qualcuno è andato via, ma non è mai venuto meno l’amore per gli animali».

In trent’anni,  la LNDC ruvese si è occupata della progettazione e gestione di un canile; ha affrontato le emergenze sul territorio legate al randagismo, denunciando maltrattamenti e abbandoni, in sinergia con Comune, ASL, Forze dell’Ordine e scuole.

«Puntiamo molto sulla formazione, coinvolgendo soprattutto i più giovani che devono assimilare il principio per cui agli animali deve essere tributato lo stesso rispetto che si ha per gli esseri umani. Lo facciamo attraverso progetti didattici sul rapporto uomo- natura. Non solo. L’attività di educazione alla cura degli animali coinvolge anche gli adulti. Per questo a loro dedichiamo convegni sull’etica, l’etologia e il vegetarismo oltre che seminari di educazione cinofila».

Secondo Camerino, per esempio, è necessario che i proprietari di molossi, Rottweiler, mastini siano dotati di un patentino abilitante alla detenzione e cura. «Alcuni comprano cuccioli di queste razze che, una volta adulti e se non opportunamente educati, possono causare problemi all’interno del nucelo familiare in cui sono inseriti e anche fuori. Questo può spingere all’abbandono che determina pericoli e per  l’animale e per le persone. Senza contare il costo economico sulla comunità perchè il cane, divenuto randagio, è ospitato nel canile e, quindi, deve essere mantenuto». Per questo la LNDC è molto attiva anche nelle campagne a favore dell’adozione di randagi contro la diffusione dei quali è fondamentale la microchippatura, su cui l’associazione fa ampia informazione, che consente di risalire ai proprietari.

«Inoltre – prosegue Camerino – non siamo un’isola ma facciamo rete con tutte le altre associazioni animaliste del territorio per una tutela più efficace ed efficiente degli animali».

Il lato più leggero  e ludico dell’attività è rappresentato dalle mostre fotografiche e dalle sfilate cinofile a cui i pet partecipano più o meno volentieri. E come non ricordare l’allegria che invade, da diciotto anni, il sagrato della Cattedrale durante la Benedizione degli Animali, a gennaio?

D. «Facendo un bilancio, cosa mettete in attivo e in passivo?».

R. «In attivo poniamo il contributo alla redazione sia del Regolamento comunale  per l’adozione dei cani nei canili ospitanti, in ottemperanza al decreto del 1996, sia al   Regolamento comunale “per la tutela, il benessere degli animali e civile convivenza con i cittadini” del 2013. Crediamo fermamente nell’armonia dei rapporti tra uomo e animali.  Rapporti che spesso sono resi “instabili” dall’uomo stesso. Penso al fenomeno della mancata raccolta delle deiezioni canine. E’ chiaro che la colpa è dei proprietari degli animali che, violando leggi e regolamenti,  “imbrattano” gli spazi pubblici».

«In passivo – continua Camerino – mettiamo la situazione di stallo nella realizzazione di un canile che rispetti gli standard minimi richiesti dalla legge. E’ in ballo da troppo tempo, soggetto alle variabili delle leggi che mutano e per questo contiamo sull’effettivo aiuto del Comune perchè il progetto possa avviarsi a conclusione».

D. «Obiettivi per i prossimi trent’anni?».

R. «Andare sempre avanti, tra successi e insuccessi, senza mai mollare. Ma per fare questo abbiamo bisogno del supporto concreto e di nuova energia, di nuovi volontari, in sintesi. Il lavoro è davvero tanto e di solito i like ai nostri post  sulla pagina Facebook dell’Associazione non bastano a salvare alcun animale!».

Per informazioni e  prenotazioni relative alla festa di venerdì 8 giugno, in cui si esibiranno Lillo Strillo e Vale De Luna, e si potrà dare un concreto aiuto all’associazione, è sufficiente recarsi presso il negozio “Animalandia”, in via Valle Noè 58-62.

 

(Foto © Pagina Facebook “Lega Nazionale per la Difesa del Cane Sezione Ruvo di Puglia”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: